domenica 3 febbraio 2008

M'illumino di meno: budino d'arancia

budino

Per il quarto anno consecutivo Caterpillar, il noto programma di Radio2, in onda tutti i giorni dalle 18 alle 19.30, lancia per il 15 febbraio 2008 “M'illumino di meno”, una grande giornata di mobilitazione internazionale in nome del risparmio energetico.

La proposta per i blog di cucina è lanciata da comida.

L'idea è quella di proporre una ricetta a basso consumo energetico da consumare poi rigorosamente a lume di candela!

Ringraziando Comida per l'iniziativa (in casa nostra ci sono solo lampadine a risparmio energetico! Il tema mi è quindi piuttosto caro...), vi propongo il mio budino d'arancia:


Budino d'arancia

300g zucchero
90g maizena
1 bicchierone di spremuta di arancia (circa mezzo litro)
1 limone spremuto
scorza di arancia grattugiata

Unire tutti gli ingredienti in un contenitore graduato e aggiungere acqua fino a 1 litro.
Bollire per 3 minuti.

5 commenti:

Gourmet ha detto...

sandra
Brava! Anche noi usiamo lampadine a risparmio energetico.. :)
Mi piace il tuo budino!

Virginia ha detto...

Ciao Sandra! Emozione!!! Il mio primo commento...e poi così autorevole! Ti ringrazio di aver fatto un giretto da queste parti...
io ti leggo da una vita!
Noi siamo da poco entrati in una casa nuova e ci siamo prefissati come obbiettivo il risparmio energetico...è praticamente una fissa! Solo lampadine a basso consumo e solo elettrodomestici in classe A (come minimo!).
E ne siamo alquanto "orgoglioni"!
In molti ci dicono che non è "esteticamente corretto", ma al diavolo l'estetica!
E lo dice una che in estetica ci si è laureata...

comidademama ha detto...

bravissima! grazie per avere partecipato!!!!

Virginia ha detto...

Comida, grazie a te per la bella iniziativa!
E pensare che ho aperto il blog con una tua ricetta...senza sapere che Comida fossi tu!
L'ho scoperto poco dopo sul blog di Laura P.L.!
Con le tue margherite ho conquistato tutto il parentado per Natale (suocera compresa!), quindi grazie mille!!!!

comidademama ha detto...

Sono felice di sapere che questa ricetta tratta da un librino del forum degli amici della Cucina Italiana abbia così tanto successo. Anche alla mamma di mio marito piacciono tanto. E purtroppo anche a me ^_^