giovedì 17 aprile 2008

Il classico e l'innovazione

Tentata dalle numerose voci entusiaste (si vedano ad es. : Comida e Fiordisale), anch'io, con l'occasione di una cena, mi sono cimentata nel mitico cake al cioccolato e fior di sale di Adrenalina.
C'è poco da dire, cioccolato e sale sono proprio nati per stare insieme (ricordo i sablès di Pierre Hermè già testati con successo). Il vicendevole scioglimento e mescolamento che avviene in bocca sprigiona al meglio tutte le sfumature sia dell'uno che dell'altro ingrediente.
E poi non se ne può più del collegamento diretto cioccolato-dolcezza. Il cioccolato, quello vero, è tutt'altro che una cosa dolce.
Oggi piove e quindi sono polemica.
Ecco.
Solo che inizio a non tollerare più luoghi comuni, ignoranza e superficialità.
E poi, cos'è il cioccolato? Com'è quello fondente? Avete mai provato a confrontare dei fondenti diversi? Ad esempio cioccolati con la stessa percentuale di cacao, ma di provenienza diversa?
Amedei, coi sui Cru, propone una degustazione davvero interessante e, perchè no, divertente.
Curiosità? Zero? Parlo forse di aria fritta?
Vabbè, ho finito.

Veniamo alla ricetta di questo bel dolce, da me, leggermente modificata (grazie Adrenalina!):


Cake al cioccolato e fior di sale

300g di cioccolato fondente al 70%
190g di zucchero
120g di burro
100g di farina
1/2 cucchiaino di lievito per dolci
5 uova
1 cucchiaino abbondante di fleur de sel

Preriscaldate il forno a 160°. Fate fondere il cioccolato a bagnomaria, unite il burro e lasciatelo sciogliere. Mescolate bene: il composto deve risultare liscio ed omogeneo. In una ciotola capiente sbattete (con la frusta elettrica) uova e zucchero sino a che diventeranno quasi bianche (almeno per 10 minuti! Il composto deve essere ben montato, come per il pan di spagna), quindi unitevi il cioccolato fuso a filo, mescolando dall'alto verso il basso. Unite a poco a poco lievito e farina spolverandoli sul composto con un setaccio mentre continuate a mescolare dall'alto verso il basso. Imburrate e infarinate uno stampo rettangolare e versatevi il composto a strati, spolverandone ognuno con pizzico di fior di sale (superficie compresa). Infornate e cuocete per un 50-60 minuti o sino a che, infilando uno stecchino nella torta, questo ne risulterà pulito.


E ora, dopo qualche anticipazione qua e là, vi mostro il mio nuovo acquisto di domenica: la salvia ananas!
Bella, no?
La salvia ananas (o salvia rutilans) è un erbacea perenne con foglie ovate, appuntite, verde chiaro, tormentose, che quando vengono spezzate, emanano un profumo simile all’ananas. I fiori, scarlatti, lunghi 2 – 3 cm, riuniti in verticillastri fogliosi, sbocciano da giugno a settembre (ma la mia è fiorita anche adesso!).

Ora vi lancio il quiz: che ci faccio?
Qualche idea ce l'ho, ma vorrei scatenare la vostra fantasia...
Mi date una mano?

27 commenti:

lydia ha detto...

Per la salvia ananas non so come aiutarti, ma quel plumcake mi attira da morire!!!!
Come te il connubio sale cioccolato mi fa morire.
C'è una crema di Mannori cioccolato, olio e.v.o e sale che è da sbattere a terra!!!! Provala se ne hai la possibilità.
Mi manca il fleur de sal, però ho il sale rosa dell'himalaya e quello di grigio della camargue.
Penso che andrò a prepararlo!!!!

Magnolia Wedding Planner ha detto...

Ho provato il cake al cioccolato e fior di sale tempo fa e ti giuro che è la cosa più buona che abbia mai fatto e con riuscita anche bellissima di aspetto.
Un connubio fantastico il dolce con il salato. In toscana si mangia la schiacciata con il sale grosso in alcuni posti e io adoro riempirla di nutella!! :-) pensa te!
Silvia

Virginia ha detto...

Lydiuzza, io la crema di Mannori la farei anche, a patto che tu sia così cortese da passarmi la ricetta...
Magnolia, ciao!

Alex e Mari ha detto...

Questo dolce sarà il prossimo che farò per portarlo da amici! La salvia ananas l'ho avuta l'anno scorso e mi è molto piaciuta. Idee non ne ho avute tante, ma nella macedonia è da sballo! Ciao, Alex

lydia ha detto...

Virgì, e c'hai ragione pure tu!!!
Io la ricetta non l'ho mai testata, perchè la crema l'ho sempre comprata da lui!!!!!

Tratta dal suo libro "come musica"

Cremosa 2003 all'olio di olva e sale

cioccolato fondente gr. 750
pasta di nocciole gr 750
cacao in polvere gr. 70
olio extra vergine di oliva gr.350
sale semigrosso gr. 2
sciogliere nell'olio il cacao,aggiungere la pasta di nocciole ed il cioccolato fuso, temperare il tutto e,per ultimo,aggiungere il sale ed invasare.
Conservare in luogo fresco ed asciutto al riparo dalla luce


Di questa ricetta mi ha sempre colpito la frase "temperare il tutto", primo perchè non capisco perchè temperare una crema, e secondo perchè come faccio a temperare il cioccolato non da solo?
Per cui pensavo che il giorno in cui la sperimenterò farò finta di non averla letta!!!
Chissà...

Comunque, ti assicuro che è una libidine, e l'olio ci sta benissimo, secondo me

Virginia ha detto...

Grazie Lydia! Che libidine...
Ho in cantiere anche una crema di Gennarino Esposito con l'olio evo...
Per ora, archivio il tutto con grande piacere!

laGallinainCucina ha detto...

Si, si questo dolce è da preparare.
Mi sono sempre piaciuti gli abbinamenti dolce-salato.
Per la salvia ananas non saprei proprio come aiutarti ma attendo tante ricettine!

Ciboulette ha detto...

Spilucchina, non ti arrabbiare!!!
Come fai con quella torta davanti?????? :)

Io non ho fatto grndi tentativi col cioccolato a parte quello col peperoncino che non mi ha entusiasmata....

Posso approfittare per chiederti, esattamente, in cosa differisce il sapore del fior di sale da quello normale grosso? Perche io non lo trovo e non lo trovo..... :(

La vorrei provare questa torta, anche per vedere come reagisce il marito...sai, no, quello dei due spaghetti.... :P

emilia ha detto...

Curioso abbinamento ma sembrerebbe anche ben riuscito. :)

salsadisapa ha detto...

spilucchiaaaaaa hai perfettamente ragione: il cioccolato è amaro! vogliamo forse dimenticare il celebre cinghiale al cioccolato che si fa qui in umbria (in particolare, zona orvieto)? no, digiamolo! :P sono tentatissima di fare questo dolce, perché i sablé al ciocco-sale di hermé l'ho fatti diverse volte e mi piacciono da morire! quanto alla salvia ananas, se proprio non vuoi regalarla a me (eheheh), facci un bel budino di zabaione :) che poi regalerai a me! :P

Virginia ha detto...

Alex, la macedonia! E' vero, non ci avevo pensato!

Ciboulette, neanche a me piace molto l'abbinamento peperoncino-cioccolato, al contrario, di recente, sono impazzita per cardamomo-cioccolato...
A mio avviso, il fior di sale differisce dal sale normale essenzialmente per la struttura.
Ha infatti un granello estremamente leggero, volatile, a cristalli, che non è invadente come un chicco di sale grosso normale, nè impercettibile come il sale fino. Inoltre, mi sembra leggermente meno aggressivo e più "dolce" rispetto a quello normale. Insomma, si parla, in quanto a sapore, davvero di minimi dettagli...in questo caso è la forma che fa la differenza. Ad ogni modo, io l'ho trovato di recente anche all'Esselunga e in altri supermercati.

Sapa, sapevo che avresti regalato...guarda, ti manderei una piantina per davvero, se solo potessi...
Budino allo zabaione, mumble mumble...

Marika ha detto...

No, ma quale aria fritta! La vera cioccolata è un pò come il vino, meritano una seerie di discorsi a parte, non si deve generalizzare e nemmeno scendere a compromessi. Io sono una drogata di cioccolata, ma prefersico averne poca ma di quella seria. Amedei, Domori e Valrhona anche io. Da abbinare e degustare in assoluto e religioso silenzio.
Mai provato la Domori BLACLSALT?
Con la salvia ci preparerei dei dolci (aggiungendo olio essenziale di limone). Oppure delle marmellate. Meglio ancora con la frutta come dice Alex!
Marika

Carla ha detto...

Ciao Virginia! Buona questa cake!
Ma della festa sui navigli non ci dici niente? c'erano tante piante particolari?
Questa piantina "salvia annas" non a conoscevo! Cosa puoi farci? Forse un primo piatto che ne dici?
Ciao a presto Carla

Dolcezza ha detto...

è troppo invitante questo accostamento...ora lo provero' anche io!!!

Virginia ha detto...

Grazie Marika! Per fortuna che in giro ci sono ancora dei drogati come te...andrò presto dal mio spacciatore di fiducia a cercare la Domori che mi segnali...

Carla, hai ragione! Non vi ho detto nulla, innanzitutto per non farvi troppo sgolosare...he he...e poi perchè c'era davvero da perdere la testa e io ero con la macchina fotografica senza batteria. Un genio, eh?
Ad ogni modo ho comprato un fico d'india, il mirto, il timo limone e la salvia ananas + una pianticella di margherite...e mi sono censurata!

Per tutti, questo dolce è molto buono e verrà gradito soprattutto da chi ama le torte alte e morbidose. Io preferisco quelle più basse e "cremose", con la crosticina croccante sopra e proverò un esperimento sulla torta al cioccolato della mamma (che, se lo sapesse, si strapperebbe i capelli, già lo so...).

Anicestellato... ha detto...

Mi intriga tantissimo questo dolce ma il fleur de sal e il fior di sale che si trova nei centri commerciali è la stessa cosa?? perchè l'ho acquistato ma non ho trovato grosse differenze, grazie e complimenti per il blog, ci sono ottime ricette
a presto
Eleonora

Ely ha detto...

il plum cake è strepitoso e cioccolato e sale secondo me si scontrano e si incontrano :-))) per la salvia ci farei degli involtini di vitello con salvia e salsa al limone classici ma è la prima cosa ce mi viene in mente ciaoooo

Virginia ha detto...

Anicestellato, sì, fior di sale e fleur de sel sono lo stessa cosa!

Ely, anch'io per la salvia avevo pensato da subito ad un abbinamento con la carne. Pensavo però al maiale...
Grazie mille per il tuo contributo!

Ely ha detto...

ci starà benissimo con il maiale!! aspetto ricetta :-) buona giornata!!!

VANESSA ha detto...

Spilucchina hai ragionissima sul matrimonio cioccolato-sale...io ho visto preparare sul canale di sky Alice una mousse di cioccoato fonente con il fior di sale sopra...dallo chef Mario bacherini...la conduttrice Franca Rizzi praticamente non voleva assaggiarlo o per lo meno era molto scettica...oh appena ha assaporato un cucchiaio gli occhi si sono illuminati e ha fatto i complmenti allo chef! ecco io ero molto ignorante su questo connubio anche se so che un pizzico di sale ci va sempre nei dolci...ma usare il fior di sale sopra alle mousse di cioccolato non la sapevo proprio!

Virginia ha detto...

Vanessa, ciao!
Anche Kja aveva riportato una ricetta di mousse al cioccolato con il sale, eccola:

http://soffidisale.blogspot.com/2007/08/mousse-al-cioccolato-con-sale-di-bali.html

Lo ha detto...

vorrei annusarla la salvia ananas...e poi decidere...perchè non ci fai anche un liquorino???
il plum l'avevo visto da fiordisale...ed ero rimasta a bocca aperta perkè la foto sapeva di buono...come la tua...

elisabetta ha detto...

Questa me l'ero persa... mai vista questa salvia, la devo trovare (e provare)!

Cindystar ha detto...

Complimenti per l'acquisto della salvia-ananas!
Mi piace molto e l' ho in giardino da un paio di anni, ma ancora non l'ho usata granchè...però si potrebbe provare a fare il liquore alla salvia, o usarla in un trito di erbe per un carpaccio/roastbeef, in una salsina di yogurt e di erbe, e perchè no, in cocktails esotici...
Che dici?
Complimenti per il plumcake, l'avevo adocchiato anche da FiordiSale...mi sa che presto lo proveremo in tante!
Buona domenica!

Lo ha detto...

Virgiiiiiiiiii ero invidiosa e ieri ho trovato e comprato la salvia ananas....ma sa di ananas in modo pazzesco!!! io continuo ad optare per un liquorino dopo averla annusata...ma anche per un petto di pollo al limone e poi nei dolci!!!! si si la secco e la metto nelle torte!!!!p.s poi mi sono presa pure un timo limone ....uhhhhhhhhh

Lisa ha detto...

Adoro il connubio cioccolato & sale, io uso prevalentemente il Maldon ma voglio provare anche con il fleur de sal.
Prova ad accompagnare il cake con una crema inglese profumata con il pepe sichuan...l'abbinamento è davvero interessante.
La salvia ananas la provererei in una bavarese :-)

Anti ha detto...

wow, che bell'abbinamento, lo provo sicuro!(beh appena finita la dieta..:_P)