giovedì 3 aprile 2008

Cake con carote e nocciole


Questa è in assoluto una delle mie ricette preferite. Innanzitutto perchè sono cresciuta a suon di Camille e qualsiasi dolce a base di carote mi fa letteralmente impazzire. In secondo luogo perchè, data la totale mancanza di burro/olio nel composto, mi illudo pure che sia dietetico.
Fatto sta che con questo cake ho capito quant'è grande lo Smaila della pasticceria: Pierre Hermè.
La ricetta, pubblicata su PH10, l'ho spiluccata dal sito del cavoletto.


Cake con carote e nocciole

tuorli 40g (circa 3)
zucchero (per i tuorli) 30g
albumi 105g (circa 3)
zucchero (per gli albumi) 35g
nocciole tostate in polvere 50g
mandorle tostate in polvere 50g (io ho usato delle lamelle grossolanamente tritate)
nocciole tostate intere 20g
carote grattugiate 70g
purea di carote 45g (partendo da 100g di carote crude)
farina 35g
buccia grattugiata di mezza arancia (io ne ho usata una intera)
lievito per dolci 1 cucchiaino scarso
sale una piccola presa (per me fleur de sel alla vaniglia)

Sbucciare 100g di carote, cuocerle al vapore e ridurre in purea (si otterranno così circa 45g).
Con una frusta mescolare i tuorli e lo zucchero finché il composto diventi chiaro. Montare gli albumi a neve e, quando saranno sodi, aggiungere man mano lo zucchero fino a ottenere una meringa. Incorporare delicatamente questa meringa al composto dei tuorli. Aggiungere le mandorle e le nocciole in polvere, le nocciole intere grossolanamente tritate, le carote grattugiate, la purea di carote e la buccia d'arancia. Aggiungere la farina, il lievito e il sale setacciati, mescolare delicatamente finché l'impasto risulti omogeneo, versare in uno stampo da plumcake imburrato e infarinato e cuocere a 170-180° per circa 45 minuti, o finché il cake sia dorato.

10 commenti:

Alex e Mari ha detto...

Me lo son perso questo cake dal cavoletto! Buono!! E come dici tu mi piace molto l'assenza di burro o olio. In dispensa dovrei avere ancora un sacco di nocciole avanzate da Natale .. sarà ora di usarle! Buona giornata, Alex

Kja ha detto...

Ma dai, tu la versione dolce e io quella salata, proprio lo stesso giorno! Telepatia. E ti diro` di piu` ho fatto anche un dolce di Herme` in questi giorni :)

Virginia ha detto...

-Alex, provalo, è davvero molto molto buono!

-Kja, non è che potevi passarmi anche un po' di telepatia fotografica?????
Mannaggia!

Anonimo ha detto...

Come mio dovere, ho testato in prima persona il cake. Davvero buono. Sembra un dolce semplice, al primo assaggio, ma è solo l'apparenza: si tratta in realtà di un gradevole mix di sapori. Promosso! :)

Phil

Lo ha detto...

ma è davvero dietetica...sono dimagrita solo a leggerla...se la faccio divento un'acciuga!!! ;)

Ely ha detto...

ma che buono!!!! la carota nei dolci mi piace tantissimo!!!! buona notte!

Ciboulette ha detto...

Immagino le mandorle e le nocciole tritate grossolanamente che si sentono quando si morde la fetta...ahhhh!!!
Zitte zitte, non parliamo a nessuno dei grassi che ci sono nella frutta secca, magari neanche la dieta e ne accorge?????? :P
Baci!!!!

lenny ha detto...

Il titolo poteva essere "Le camille dell'infanzia",
Da provare: la foto è molto invitante.

Virginia ha detto...

Frutta secca??? Chi ha parlato di frutta secca???

Anonimo ha detto...

Lenny, anch'io l'ho detto a Virginia: è la versione più raffinata e fighetta di una camilla, soprattutto della nuova ricetta, in cui è più evidente il sapore di mandorle! :)

Phil