martedì 17 giugno 2008

Soufflè al formaggio di capra e mostarda di mele


Avete mai provato la spiacevole sensazione di sentirvi col fiato sul collo? La percezione inesorabile del tempo che passa? La sensazione di aver perso l'attimo fuggente?
Nooo???
Allora non avete mai fotografato un soufflè...
Dunque, il mio rapporto col soufflè è nato poco meno di un anno fa. Unico tentativo disperato: soufflè al pecorino di noce con miele di castagno. Un successo.
Il mio soufflè sembrava imbalsamato...lo tagliavo con la paletta per la torta.
Credo di essermela tirata -come minimo- per le due settimane seguenti...
Poi ho deciso di non sfidare più la sorte, ho sepolto il mio Ego e ho atteso nuove ispirazioni...finchè ieri sera: l'illuminazione!
E così sono giunta a questa ricetta. Buona, anzi, buonissima, ma non sono riuscita a replicare il risultato della prima volta (sarà colpa delle monoporzioni che all'inizio non avevo usato? Ogni scusa è buona...).
Vorrei darvi anche due dritte per la riuscita dei soufflè, ma ci sono talmente tante scuole di pensiero che mi risulta difficile.
Ad ogni modo, in generale tengo conto di circa un uovo + un cucchiaio di farina a testa e faccio una besciamella bella densa proporzionata a quella dose di farina. C'è poi chi parla di forno ventilato (io lo uso statico), chi dice che il soufflè vada inserito quasi a freddo e non col forno già in temperatura e così via...insomma, bisogna andare per tentativi e cercare di scoprire quale sia questa maledetta formula magica per il soufflè! A proposito, se avete delle dritte, sono tutt'orecchie!


Soufflè al formaggio di capra e mostarda di mele

Per 2 persone:
40-45g farina (2 cucchiai)
2 uova
25g burro
150g latte
50g formaggio di capra molto stagionato
2 cucchiai di mostarda di mele leggermente sminuzzata
sale, pepe, noce moscata

burro e pangrattato per lo stampo

Fare una besciamella densa con burro, farina e latte. Lasciarla raffreddare e aggiungere uno ad uno i tuorli. Unire il caprino a pezzetti e aggiustare di sale, pepe e noce moscata. Aggiungere la mostarda.
Imburrare e "pangrattare" lo stampo.
Montare gli albumi a neve fermissima e incorporarli delicatamente all'impasto. Cuocere in forno a 170 gradi per 30-40 min (20-25 se monoporzioni).

24 commenti:

Sere ha detto...

Buongiooooooorno!!! Ohhh, se mi è capitato di provare le tue sensazioni da ansia e panico causate da un semplice soufflè!
MA sai che ti dico? Io me ne frego anche un pò, importante è che sia buono, se poi sgonfia leggermente, che ce frega???
Questa tua idea caprinomelosa è deliziosa! (pure la rima t'hoffatto alle 9 di mattina)...
Buonagiornata!

Fra ha detto...

Ciao bellissima! Guarda io ho il terrore del soufflè, temo lo sgonfiamento, lo sbruciacchiamento, l'afflosciamento, il fatto che magari sappia troppo d'uovo...insomma non mi sono ancora cimentata...però con tutte queste ricette che girano nei blog e lo speciale su Sale&Pepe, magari un tentativo....;)
Un bacio
Fra

Camomilla ha detto...

Un soufflè con questi ingredienti è senz'altro da provare... è semplicemente delizioso! Ora si tratta solo di scoprire qual è il giusto metodo di cottura nel mio forno, se lo faccio ti dirò qual'è stata la mia esperienza!
Baci e buona giornata!

VANESSA ha detto...

sbrigati a fare la foto che sgonfia....forza che s'ammoscia...dai dai.....troppo tardi s'è afflosciato!!!!!!! sono frustranti i soufflè è per quello che vi considero tutte delle sante voi belle bimbe che percorete il lungo tunnel del soufflè...quindi non ti si può dire altro che BRAVA! a me sembrano splendidi ;-P

Giovanna ha detto...

Complimenti per l'ardire e per il risultato! Il soufflè è una delle poche cose alle quali non ho il coraggio di avvicinarmi. Mi tremano le ginocchia al solo pensiero.
Se servono dritte, questa è decisamente materia di Jean-Michel di "Cucinare lontano", un purista del soufflè!

Alex e Mari ha detto...

Mai provato l'ansia da soufflè ... mai fatto un soufflè, anche se me lo ripropongo sempre e poi non lo faccio mai. Cmq il tuo mi sembra perfetto. O era ancora più gonfio?
Buona la mostarda!!! Ciao, alex

Virginia ha detto...

Giovanna, sai che non lo sapevo?

Alex, ma che domande sono????? Certe cose non si chiedono ad una signora.

Giovanna ha detto...

Be', nel blog non ne ha ancora parlato, ma se chiedi si lancerà con entusiasmo :-).

Virginia ha detto...

Ah, ecco! Mi sembrava...grazie ancora! Magari vado a rompergli...

twostella ha detto...

Che delizia! La tua foto è invitante, ottimo lavoro. Non sono tanto abituata a fare i sufflè ma li adoro. Soprattutto il soufflè dolce ... quello al cioccolato!

Ciboulette ha detto...

Sai che rimando la prova perche' non trovo mai la pirofila che dico io???? :)
E ho appena messo un commento da Carla dul soufflé al formaggio di "Sabrina" che mi perseguita piacevolmente da quando avevo circa 12 anni....un'altra di quelle chimere che prima o poi (spero) acchiappero'!

Hai diritto di tirartela per altre due settimane, questo soufflé e' fantastico!

Dolcezza ha detto...

eheh! è vero, è proprio cosi' con i soufflè e purtroppo anche con altre cose della vita! un abbraccio

salsadisapa ha detto...

mmah... io sul sufflé ho tutto da imparare: non l'ho mai fatto e mi spaventa a morte.
BUU!
:-)
buono il tuo mix: intrigantissimo!

laGallinainCucina ha detto...

Ma il tuo soufflè è perfetto!
Le volte che ho provato...ma niente mi si affloscia.
ciaooooo

Anonimo ha detto...

Ciao Wiggi, sono Germi,
che bello ho visto che anche tu partecipi al concorso di Giallozafferano.
Tiferò per te.

germana (quella della C.I.)

Brava Brava, complimenti per il tuo blog.

Virginia ha detto...

Grazie cara! Di Germy ce n'è una...come potrei sbagliare...

le pupille gustative ha detto...

Io non mi ci sono mai azzardata fin'ora a fare il soufflè, e non so se mai lo farò. Ma il tuo è stupendo, senza contare che credo sia anche incredibilmente buono! BAci

ciciuzza ha detto...

Noooo questo è un capolavoro! Io purtroppo non ho dritte sui soufflé che inesorabilmente mi cappottano quando li porto in tavola :/ ma sono così buoni quando fatti bene! e oltretutto questo abbinamento che hai fatto sembra ottimo!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Il soufflè questo sconociuto. Mai preparato eppure morirei dalla voglia di assaggiarlo e di prepararlo. Ultimamente ho difficoltà a trovare gli stampini monoporzione ma se le trovo allora mi ci butto a capo fitto. Buona giornata. Laura

anna ha detto...

Mai provato il soufflè forse per paura che dopo la cottura possa sgonfiarsi...se dici che questo non è perfetto immagino come sia venuto il primo... :D
Bacioni

lenny ha detto...

Non sono una temeraria come te e purtroppo sono schiava del presagio di "frustrazione-da-soufflè" , però prima o poi dovrò superare questa reticenza...
Il tuo è magnifico e originale per i sapori

panettona ha detto...

non l'ho mai fatto e sono terrorizzata al pensiero di provarci, a te sembra essere venuto molto bene!!!
notte!

sally ha detto...

Oh che belli i soufflè, ti è venuto proprio bene. Una domanda....ma dove la trovo la mostarda di mele? Solo di mele non l'ho mai vista...sigh...mi piace questo abbianamento, si si Sally

Virginia ha detto...

Sally, credo che in giro si trovi piuttosto facilmente. La mia mi è stata regalata ed è fatta in casa, ma ti assicuro che ne ho viste spesso in giro.

Tutte le altre: grazie, care! Provate e provate! La frustazione da sgonfiamento si supera con una certa rapidità, una volta sentito il gusto...è un rischio che si deve correre!