martedì 10 giugno 2008

Insalata di asparagi, caprino e fave di cacao


La ricetta di oggi è nata dalla volontà di riprodurre un piatto mangiato al ristorante Pont de ferr poco tempo fa, la cui esperienza vi racconterò più avanti.
Ci è stato proposto come piatto vegetariano da sostituire ai più classici secondi di carne e siccome l'ho trovato molto sfizioso e di facile riproduzione (di massima), ho pensato di approfittare degli ultimi asparagi per ricreare una "brutta copia" a casa.
Questo il risultato.


Insalata di asparagi, caprino e fave di cacao

Asparagi di Altedo
Caprino
Latte
Fave di cacao (crude o tostate)
Erbe aromatiche (menta, prezzemolo, basilico)
Fragole
Mandorle a lamelle
Olio
Sale (solo se il caprino non è sufficientemente saporito)

Cuocere gli asparagi a vapore.
Lavorare il caprino con un goccio di latte, sino a creare una crema piuttosto morbida da distribuire a specchio sul fondo del piatto.
Tagliare gli asparagi in due o più parti e adagiarli sopra la crema di caprino. Aggiungera le erbe aromatiche, le lamelle di mandorla, le fragole tagliate in due o più parti e le fave di cacao grossolanamente pestate.
Terminare con un giro d'olio d'oliva e servire.

Dati i colori patriottici, direi che questa insalatina può inserirsi a pieno titolo nell'iniziativa di Dolcezza "Con gli azzurri davanti alla TV".

21 commenti:

Sere ha detto...

mooolto summer questa insalatina!! Oh Virgy, ma le fave di cacao??? Intendi le fave di tonka??? Buh, io ne ho un barattolino bello e intatto sulla cappa della cucina... potrebbe essere un idea per aprirlo... che dici???
Smaaaaaaack

Virginia ha detto...

Ciao Sere! No, non intendo le fave tonka. Intendo proprio le fave di cacao, ovvero i "frutti" dai quali viene estratto il cacao (il burro di cacao, la massa di cacao, ecc), insomma, la mamma del cioccolato.
Le fave tonka sono tutta un'altra cosa.

maricler ha detto...

Virgi, ma tu che le sai tutte, mi dici dove trovi le fave di cioccolato a Milano? E' uno di quegli ingredienti mai utilizzati ma che mi incuriosiscono molto...

parolediburro ha detto...

Mi sento proprio ignorantona...non conosco le fave di cacao!
Devo rimediare assolutamente!
Un bacio

Virginia ha detto...

Maricler, ne avevo parlato qui:

http://spilucchino.blogspot.com/2008/02/la-spezieria_05.html

Se non ci sei mai stata, devi assolutamente farci un giretto!!!

Alex e Mari ha detto...

Non si finisce mai di imparare! Dopo lunghissime ricerche sono riuscita finalmente a trovare le fave tonka, ora ricomincia la caccia alle fave di cacao :-) Mi ispira tantissimo quest'insalata. Complimenti per l'originalità.
Ciao, Alex

Camomilla ha detto...

Ehi il mio ragazzo è di Altedo!!! Quand'è il periodo degli asparagi ce ne facciamo sempre una gran scorpacciata perchè abbiamo la fortuna che suo zio li coltiva... Complimenti per l'insalatina, davvero appetitosa!
Baci

Fra ha detto...

Bella e particolare e ci giurerei anche buonissima. Complimenti
Besos
Fra

Carla ha detto...

Ciao Virginia!
Ottima ricetta! e una nuova per me, pechè le fave di cacao...nemmeno io le conoscevo...grazie per avercele fatte conoscere e quando sarò a Milano quella spezieria mi vedrà di sicuro!:))))

Kja ha detto...

Raffinatissima e molto scenografica. Ma non saprei dove trovare le fave di cacao, suggerimenti?

Virginia ha detto...

Kja, come dicevo poco sopra a Maricler, il mio spacciatore di fiducia è La spezieria di via Garigliano (metro Zara) qui a Milano.

Anonimo ha detto...

Ma no! Che mi tocca leggere! ^^ Le fave di cacao e le fave di tonka, come opportunamente spiegato da Virginia, sono due cose differenti. Le fave di Tonka sono i semi dell'albero omonimo, coltivato soprattutto in Venezuela, utilizzate in cucina per il loro profumo vagamente simile alla vaniglia. Le fave di cacao, invece, sono i semi della pianta di cacao, antichissima, da cui deriva il "cibo degli dèi", come dicevano i Maya. La pianta di cacao genera dei fiori che, impollinati, diventano "cabossi", ovvero delle bacche che contengono dei semi, appunto le fave. Curiosamente, le fave le hanno scoperte... le scimmie, rompendo i cabossi!

Ho letto una volta la storia e la particolarità dell'albero del cacao, che ha davvero un qualcosa di magico. Mi piacerebbe approfondire l'argomento, ma non ho ancora fatto le letture adeguate. Comunque su Internet si trovano un sacco di informazioni.

Ciao
Phil

Virginia ha detto...

Phil, la lettura adeguata te la do io prossimamente...

Ciboulette ha detto...

Le fave di cacao fino ad ora le ho trovate solo nei grancereali :P

Prometto che vado in capo al mondo per trovarle se potro' gustare questa insalata guardando l'Italia...in finale!!! Ho esagerato??? :P

ciciuzza ha detto...

ma che bella questa insalatina! ma le fave di cacao quali sono?? è interessantissima questa ricetta.. e quella prima anche la terrina! non posso mancare due giorni eh!! :)

Virginia ha detto...

Scusa, Ciciuzza, ma non ho capito la domanda.

panettona ha detto...

quest'insalata mi incuriosisce un sacco, ma qua delle facedi cioccolato manco a parlarne!

twostella ha detto...

Che insalata allegra e gustosa! Come hai fatto ... gli asparagi hanno il colore intatto! Magnifica!

lenny ha detto...

Rasentando la banalità, dichiaro anche io la mia personale curiosità verso queste sconosciute fave di cacao!
Mi sa che ti toccherà spedirne un assaggio a tutte noi!!!!

L'Antro dell'Alchimista ha detto...

Molto originale! Ma le fave di cacao pertanto risultano morbide? Baci Laura

Virginia ha detto...

Twostella, gli asparagi li ho semplicemente cotti a vapore.

Lenny, a te questo ed altro...chissà cosa ne verebbe fuori da quelle tue manine...

Laura, no, le fave sono dure, tipo frutta secca. Però considera che sono anche moooolto "grasse", dal momento che contengono il burro di cacao.