mercoledì 9 marzo 2011

Tonno di coniglio

tonno di coniglio

L'ho fatto. E questa volta sul serio e con tutti i crismi. Anzi, vi dirò che ho fatto di più: con la scusa delle voglie sono andata a scomodare Lorenzo Secondi, lo chef di cui vi ho già più volte parlato per farmi dare la sua ricetta (embè, io proprio di quella avevo voglia!).
Questo tonno è riuscito a convertire al coniglio anche mio marito e vi assicuro che non è cosa semplice...
Contrariamente a quanto indicato nella ricetta, non ho usato solo cosce ma la polpa di mezzo coniglio (a breve la ricetta con l'altra metà...), anzi di un signor coniglio visto che ho avuto tra le mani un coniglio grigio di Carmagnola -presidio Slow Food- acquistato dal mio solito macellaio.
Vi lascio alle parole di Lorenzo, così come mi sono state gentilmente elargite via mail...
Grazie Lorenzo!


Tonno di coniglio
(ricetta di Lorenzo Secondi)

Per 4 persone:
Preparare un brodo vegetale aromatizzato con 3 chiodi di garofano, un pezzettino di cannella, 6 bacche di pepe nero, 3 foglie di alloro, un bicchiere di vino bianco e sale e lasciare bollire per 10 min.
Poi aggiungere 6 cosce e lasciarle sobbollire per circa 1 ora.
Spegnere il fuoco e lasciarle intiepidire nel brodo; poi disossarle in modo da ottenere dei pezzi più grossi possibile, avvolgerle in carta da cucina e far riposare in frigo per 2 o 3 ore.
Intanto preparare 200 cc di olio (se possibile ligure o garda), aggiungere rosmarino, foglie di salvia, 5 chiodi di garofano, bacche di pepe nero e bianco, alloro, 10 capperi dissalati, pezzetti di pomodori secchi, 10 gr di sale.
Prendere la carne e metterla nei sacchetti sottovuoto (o in un contenitore chiuso con la carne ricoperta di olio*, se non avete la macchina per il sottovuoto) con l'olio aromatico lasciando gli aromi nel sacchetto. Si puo mangiare non prima di 2 giorni, servita con dell'insalata riccia condita con l'olio della marinatura del coniglio.

*in questo caso forse ve ne serviranno più di 200cc, metteteceli!

17 commenti:

Gaia ha detto...

Hai trovato un mezzo coniglio con 6 cosce?!
mitico il tuo macellaio!!
;-))
baci

Mary ha detto...

Mi intriga molto questo tonno di coniglio...dev'essere davvero buonissimo..brava :)

Virginia ha detto...

Gaia, esatto! E' un coniglio a 6 zampe...per quello gli hanno dato il presidio!

Mary, provalo, è buonissimo!

Alessia (Ale) ha detto...

ciao, l'ho da poco pubblicato anch'io... ma la versione tradizionale imparata all'alberghiero... il sotto vuoto mi intriga molto però.
ciao
Ale

Saretta ha detto...

Questa è proprio piemontesissima di ricetta!Quando mangiavo carne il cniglio era tra i miei preferiti..queso tonno dev'essere deliziosissimo!

Edda ha detto...

Grazie a te per la condivisione, mi piacciono questi tuoi viaggi nel profondo di un piatto :-) Sono sicura che con questa ricetta si possono convertire molti uomini ;-) Un abbraccio

Giorgia ha detto...

io sono rimasta traumatizzata da un tonno di coniglio indecente (a giuddicare dalla quantità di aceto usata per coprire il sapore doveva essere vecchio di qualche mese!) e non ho mai più avuto il coraggio di assaggiarlo, ma ho sempre pensato che prima o poi l'avrei preparato io. Magari il prossimo week endo, dato che in settimana ormai non cucino più :(
p.s. niente male la scusa delle voglie! e poi ero io la paracula delle barbabietole!

nerodiseppiablog ha detto...

Questa del tonno di coniglio è una ricetta che ho sentito spesso nominare ma che non ho mai sperimentato. La tua ricetta sembra perfetta, ti farò sapere!

Il gatto goloso ha detto...

È una meraviglia questo tomnno di coniglio!! Lo voglio provare anche io!! Poi io e il coniglio abbiamo un ottimo rapporto culinario :D

sara b ha detto...

bello, e poi è lo stesso procedimento che uso io per farlo (ma io uso tutto il coniglio, compresi i fegati ecc) e poi hai ragione, è un piatto che converte gli scettici (alla san tommaso) :)

Aurelia ha detto...

Ringrazio, la tua "voglia" improvvisa...che ci ha dato l'opportunità di poter leggere e godere di questa splendida ricetta!!!
Virginia, sei grande ;)
Grazie
Aurelia
E mo' me la segno...

maia ha detto...

wow!

ben vengano le voglie!!!

Daisy ha detto...

mi ispira molto....ho un coniglio in frigo..che faccio,mi ci butto????
:-)

ViaggiandoMangiando ha detto...

che curiosità e che voglia di assaggiarlo....
ciao! alessandra

FrancescaV ha detto...

molto generozo lo chef Secondi, e tu bravissima ad impegnarti in questo piatto, ha un aspetto ottimo.

Diletta ha detto...

Wiggi,
con Lorenzo si va sempre sul sicuro!
Visto che per le mani ho conigli di Roncaccio (famosissimi!!!) e che ha noi piace un tot (il coniglio), lo faccio al più presto prestissimo.

Un sorriso buono,
D.

Alex ha detto...

Vabbè, ho capito, tocca trovare un coniglio