martedì 15 marzo 2011

Canederli

knodel

Visto il tempo urfido che si prospetta per la giornata (e per il resto della settimana) non resta che abbandonare le primizie e tornare alla consolazione dei cibi invernali...
Insomma, un rapido e patriottico passaggio dalle brioches siciliane all'Alto Adige per parlare dei canederli.
Come noto, si tratta di una preparazione "povera" volta a recuperare gli avanzi della dispensa (e del frigorifero) per cui non è facile fornire delle dosi precise, ma ci sono una serie di accortezze che è bene seguire. Io le ho imparate dalla mitica Marina Braito ai tempi del forum di cucinait e qui le riporto:
- il pane non deve essere sbriciolato oppure tritato con il mixer, ma rigorosamente tagliato con il coltello seghettato a quadratini piccolissimi (idealmente 1 cm x 1 cm);
- va messo a bagno nel latte per almeno 1 ora finché è completamente rinvenuto e poi va ben strizzato dal latte in eccesso. In base alla secchezza del pane vi servirà più o meno latte. In ogni caso il pane non deve essere bagnato ma solo umido;
- a questo punto si aggiunge tutto quello che si vuole e comunque un uovo (per 500g di pane) e mai farina, ma pane grattugiato nel caso fossero molli;
- quando si versano i canederli nel brodo (o acqua), questo non deve bollire tanto, ma solo sobbollire, altrimenti si disfano. Sono cotti quando vengono a galla.
- si possono preparare e surgelare e quando si cuociono vanno direttamente buttati dal freezer nel brodo bollente. Da surgelati ci vogliono 15-20 minuti di cottura lenta (non bollore forte, altrimenti si rompono). Per i canederli freschi bastano 8-10 minuti (per una pezzatura di 100-110g).


Canederli al formaggio


per 18 canederli da 100-110g l'uno:
500g pane vecchio (ne ho usato metà bianco e metà integrale con tanto di semini vari)
1100g latte
1 uovo
300g formaggi (vari avanzi di frigo + parmigiano)
75g pangrattato

Ammollare il pane nel latte per almeno un'ora, poi strizzarlo da quello in eccesso (con queste dosi non dovrebbe eccederne molto e in ogni caso aggiungetene poco per volta onde evitare inutili sprechi) e aggiungervi un uovo.
Grattugiare grossolanemente i formaggi a pasta molle e più finemente quelli a pasta dura (il grana) e aggiungerli al composto. Lavorate il tutto con le mani così da avere subito l'idea della consistenza dell'impasto. Aggiungete quindi 75g di pangrattato (ma, come ho detto, queste sono le dosi per il mio pane) o quanto basta per rendere il tutto lavorabile e non appiccicoso (deve comunque rimanere un impasto morbido).
Formare delle palle da circa 110g l'una, cuocerle in acqua bollente salata (non troppo "agitata") fino a quando non vengono a galla (meno di 10 minuti). Condire con burro fuso e grana.

Nota1: prima di confezionarli tutti quanti, per i primi tempi può essere opportuno fare una prova cottura con un solo canederlo per verificare che non si sfaldi.
Nota2: prima di surgelare i canederli, li ho lasciati una notte coperti a riposare in frigo in modo che si compattassero un po'. Poi li ho avvolti uno per uno nella pellicola e li ho surgelati.

29 commenti:

Gaia ha detto...

si, il tempo è umido e bagnato...

questi tuoi canederli me li farò dal vivo la prossima settiamna, quando le dolomiti ci accoglieranno!
;-)

ps. pero' la ritorno, li replichero' con la tua ricetta!

Gaia ha detto...

scusa gli orrori di ortografia..

fabiola ha detto...

Mai fatti, la consistenza dell'impasto crudo è circa quella dei passatelli? Ciao

Virginia ha detto...

Gaia, beati voi!!!!

Fabi, no, l'impasto dei passatelli è molto più secco. Qui il pane viene proprio ammollato e la consistenza dovrebbe essere quel poco più solido sufficiente al pane per stare insieme.
Non so se mi sono spiegata...

Meg ha detto...

Che bontà i canederli! un po' di gusto e sostanza, niente di meglio per questo tempo uggioso che sembra non volerci lasciare. Ciao

kristel ha detto...

Ma lo sai che é da un sacco di tempo che li voglio fare?? E ancora non mi sono mai decisa. Mi segno la tua ricetta e mi riprometto di farli!! :)

Trattoria da Martina ha detto...

Non ci posso credere! Io c'ho già il post pronto per domani sui canederli! I miei sono un po' diversi, ma anche io li ho fatti al formaggio e poi anche agli spinaci...Ce li siamo mangiati ieri a cena e li rimangeremo oggi a pranzo!

Manuela e Silvia ha detto...

Ciao! hanno conquistato anch enoi! buonissimi e non troppo complessi da fare!
mai provati di soli formaggi!
bacioni

Il gatto goloso ha detto...

sai che no li ho mai preparati i canederli???!!! Questa la voglio pravere! E poi le giornate sono ancora freddine e ci stanno alla grande! :)

fiore ha detto...

Nelle Dolomiti li ho mangiati in tutti i modi(con le rape rosse,verdi,schiacciati fritti e poi bolliti),tutti buonissimi! Nella mia ricetta è prevista anche un pò di farina,ma proverò a sostituirla con il pangrattato. Grazie per i tuoi consigli!

Lady B. ha detto...

fortunatamente in quel di Bruxelles oggi c'è un bel sole e non fa neppure freddissimo :) ma i cibi invernali fanno sempre gola ;) e quanti bei consigli per fare dei canederli super!! buoni buoni buoni!!

Edda ha detto...

Grazie per i preziosi consigli! Mi piacciono questi tuoi viaggi da Sud a Nord :-)

Daisy ha detto...

ciao virginia....gioco in casa con i canederli...mi interessa la tua versione...un po' diversa ma gustosa!!!!!
un abbraccio

La Cuisine de Liz ha detto...

Le tue ricette sono sempre raccontate fin nel minimo dettaglio, sei bravissima, per non parlare delle foto...splendide! C'e' una sorpresa per te sul mio blog, ti aspetto.
Ciao Liz
http://lacuisinedeliz.blogspot.com/2011/03/un-premio-da-e-un-premio.html

One Girl In The Kitchen ha detto...

Buoni!! Sapessi da quanto tempo non li mangio.

Azabel ha detto...

Ovviamente la ricetta in sé non fa per me, ma i suggerimenti mi sono molto utili... grazie ^_^

Mari e Fiorella ha detto...

Adoro i canederli,grazie per le spiegazioni!!!!!

Gio ha detto...

canederli, poveri ma buoni! mi piacciono questi piatti semplici :)

ps che bella quella brioche col tuppo!!!

vincent ha detto...

Il tuo blog ha attirato la nostra attenzione per la qualita delle sue ricette.
Saremmo felici se lo registrassi su Ptitchef.com in modo da poterlo indicizzare.

Ptitchef e un sito che fa riferimento ai migliori siti di cucina del
Web. Centinaia di blog sono gia iscritti ed utilizzano Ptitchef per
farsi conoscere.

Per effettuare l'iscrizione su Ptitchef, bisogna andare su
http://it.petitchef.com/?obj=front&action=site_ajout_form oppure su
http://it.petitchef.com e cliccare su "Inserisci il tuo blog - sito"
nella barra in alto.

Ti inviamo i nostri migliori saluti

Vincent
Petitchef.com

Aiuolik ha detto...

Questi me li conservi per l'abbecedario per la K di Knodel?

Ciaoooo!

Erica ha detto...

E' una vita che li voglio fare!
Non li ho mai assaggiati!! sembrano deliziosi ^_^

virgikelian ha detto...

I canederli mi hanno sempre tentato... ma non li ho mai fatti.
Voglio provare con la tua ricetta al formaggio.
Un bacio.

Diletta ha detto...

Mai fatti i canederli....e me li terrò buono per il prossimo autunno...ormai sono nello spring mood e pioggia e freddo, mi fanno un baffo!

Un sorriso buono,
D.

Tiziana ha detto...

Ciao e piacere di conoscerti. Il tuo blog mi piace molto! Questi Canederli poi... vien voglia di mangiarli via video ^.*

Mi piacerebbe averti tra i partecipanti al mio contest, certa che le foto renderanno merito al piatto:
http://pecorelladimarzapane.blogspot.com/2011/02/contest-i-golosi-anni-ottanta.html

Baci e alla prossima,

Saretta ha detto...

Fortuna che almeno tu mi fai viaggiare...sennò qui mi sa che sbrocco!
Mi hai ricordato un piatto mammesco buonissimo, per me rigorosamente in brodo, anche se in Altoadige me li hanno porprinati anche al burro fuso, un po' stopposi...

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

.....meraviglioso modo di riciclare pane e formaggi. Chissá se riesco a farli con il pane senza glutine...temo un ammollamento totale in acqua...

Simona ha detto...

bella ricetta la copio a presto

UnaZebrApois ha detto...

che belli e che buoni i canederli!!!!Li adoro!!!

Alex ha detto...

Ahó, cara mia, ma che hai messo il turbo? Non riesco a star dietro a tutti questi post meravigliosi. Meno male che oggi trovo un po' di tempo per leggermi tutto con calma.
Intanto mi hai ricordato che non faccio i canederli da una vita.
Un baciotto a te