giovedì 18 febbraio 2010

Il pesto di verza

Pesto di verza

Di Lorenzo Secondi, della sua competenza e della sua voglia di trasmetterla vi ha già parlato a dovere Lydia. Quello che però non vi ha detto è che durante il corso sulla carne seguito insieme, non solo abbiamo riscoperto il piacere della tagliata, sdoganandola per sempre da cibo anni '80 a prodotto incensurato da consumo quotidiano, ma anche che abbiamo scoperto un nuovo meraviglioso condimento: il pesto di verze.
Al corso è stato presentato come salsa di accompagnamento per il rustin negà (peraltro magistralmente eseguito), ma nulla ci vieta di utilizzarlo come condimento di una bella pasta!


Pesto di verza

(per un abbondante quantitativo)
400g verza
100g cavolo nero (oppure solo 500g di verza senza cavolo)
50g pinoli tostati
100g parmigiano
150g olio d'oliva
sale

Sbollentare le verze ed il cavolo nero in acqua bollente salata (10 minuti circa), scolarlo e frullarlo assieme agli altri ingredienti. Aggiungere, al'occorrenza, qualche cucchiaio di brodo vegetale o di acqua di cottura delle verze.

Verza

39 commenti:

Lydia ha detto...

Si possono scrivere le parolacce nei commenti di un blog?

Virginia ha detto...

Sì, in generale sì, ma non certo una col titolo nobiliare...

Lydia ha detto...

Vabbè, allora, ma che bello questo pesto, sei bravissima!!!!

Marta ha detto...

oh ma che figata...temevo già di dover buttare la verza avanzata (che piace quasi solo a me)

Anonimo ha detto...

l'idea mi attira, ma mi perplime un po' il sapore così deciso e amarognolo del cavolo nero....dovrò studiarci su un po' gli accostamenti....


ciao

Giuliana

Virginia ha detto...

Lydia, ma smetti di fare la ruffiana!

Marta, prova, prova...

Giuli, ti assicuro che non si ssente alcuna nota amara, giurin giurella!!!
Ad ogni modo, se ti perplime il cavolo, fallo di sola verza (che poi è quello che prevede la ricetta originale). Il cavolo nero serve essenzialmente per tirar sù il colore rendendolo di un verde davvero intenso.

Genny G. ha detto...

io faccio il pesto con i resti dei carciofi..con la verza..mai pensato.però.la foto .ma dove ti vengono le idee?che la tecnica uno la impara, ma la banalità sta semrep dietro l'angolo...tranne che dietro il tuo!

Alem ha detto...

anche io lo voglio provare!!!!

Juls @ Juls' Kitchen ha detto...

ma, ad occhio, CONFERISCE al piatto un sapore del tutto particolare! ;)
dalla descrizione la mangerei a cucchiaiate! bona!

dada ha detto...

L'idea della verza nel pesto è fighissima ma mi sa' che l'estetica qui batte tutto (Lydia dovrebbe essere sensibile a questa tua vena artistica ;-))

Federica ha detto...

Adoro la verza ma l'idea del pesto non l'avrei mai avuta! E' fantastica...con o senza cavolo è da provare. Ciao, piacere di conoscerti. Il tuo blog è davvero bellissimo.
A presto
Fede
http://notedicioccolato.blogspot.com/

Saretta ha detto...

Questo devo asoslutamente farlo..ho visto giusto ieri dal frutarolo Cartier sotto casa, un amazzo di cavolo enro FA VO LO SO!
Dev'essere gustosissimo!
bacione e grazie per aver condiviso la bontezza con noi!

Gloria ha detto...

Mi piace l'idea di condire la pasta con questo pesto! Le tue foto mi piacciono sempre di più, complimenti!

CorradoT ha detto...

OT, OT, OT ! ! ! !

Magari lo sai gia', nel caso guarda qua, per favore....

http://it.julskitchen.com/life/foodies-in-rome

manuela e silvia ha detto...

Che pesto diverso ed invernale! ci piace molto!!
baci baci

Il gatto goloso ha detto...

Un pesto di verza? Geniale... sissì... virgi è proprio geniale... strafica anche la pennellata! :)

dolci a ...gogo!!! ha detto...

quanto mi piace la verza e questo pesto sarà mio:-)!!!davvero un ottima idea!!bacioni imma

Diletta ha detto...

E' ufficiale...ti odio: il pesto di verza era mio!!
Lydia, ti autorizzo io a dire parolacce!!!

Una pernacchia,
D. :)

Elga ha detto...

Ammazza che genialatà!
Un pò burini ma sempre complimenti sono:))
Eccellente!

Luciana ha detto...

Ciao questo pesto è buonissimo...complimenti anche per le foto...un bacio Luciana

terry ha detto...

Che bello questo pesto...un'idea nuova!
la tua foto con il pennello è stupenda! ben fatto!

VALENTINA "cuoca" PER PASSIONE ha detto...

Ciao! ho provato tempo fa il pesto di cavolo nero dei calicanty....una goduria... ora proverò anche questo! Ciao e grazie Vale

Vicky ha detto...

Splendide foto!!

Alessandra ha detto...

questo pesto è fantastico e l'idea è geniale. complimenti!

Fiordilatte ha detto...

Geniale! Posso ridare un briciolo di speranza al quarto di verza che in genere avanza nel mio frigo :)

Anonimo ha detto...

grazie virginia per aver illustrato cosi bene questa mia ricetta. Sono molto lusingato anche per i commenti.Le foto sono bellissime come al solito. a presto Lorenzo

Romy ha detto...

E' l'uovo di Colombo! Un pesto eccezionalmente buono, bello da morire, ma a cui pochi devono aver pensato, in verità! Qui sul tuo bel blog c'è sempre qualcosa da imparare...Bravissima! :-)

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Proprio ieri ho fatto una cosa simile, ma col broccolo. La verza sarà il prossimo cavolo che comprerò. Ortaggio davvero fotogenico. E che dire della prima foto ... geniale.
Baci
Alex

Ale ha detto...

Virginia, non sapevo neppure esistesse e l'idea di un pesto di questo tipo non era in nessuna parte del mio cervello ! La verza la mangerei sempre tanto mi piace e questa è una nuova ricetta con cui provarla, grazie mille

n.b. le foto sono bellissime

Onde99 ha detto...

Che meraviglia, Virginia! E'un peccato venire a conoscenza di questa magnifica ricetta solo adesso, che la stagione dei cavoli è a fine... ne avrei prodotta in quantità industriale e surgelata, per i tempi duri (l'estate) in cui sento tanta nostalgia delle robuste verdure invernali. Ma, forse, qualcosa riesco ancora a imbastire!

pappareale ha detto...

Che bella idea, non ci avrei mai pensato.Già mi stò gustando la pasta fumante. Complimenti per le foto.
antonella

Alessia ha detto...

Un pesto di verze?
Ma sai che sono una delle verdure che faccio più fatica a rendere appetitosa?
bell'idea!

e buon weekend

A.

Dodò ha detto...

mi sorprende sempre la tua originalità! bravissima!

Ely ha detto...

che bella idea!!! ho scoperto in questi giorni che con stà verza ci si può fare di tutto, e io che la usavo solo per le polpette e la "casola"... bella bella idea :-) baci Ely

Gaia ha detto...

toh,
ieri nella busta a sorpresa delle verdure del GAS ho trovato una mega verza..
ecco ecco cosa ci potrei fare!!
me lo segno!!
buona domenica !

Barbara ha detto...

Bella bella bella questa ricetta! Grazie!!!

enza ha detto...

si finirà a spennellare una tavolozza di colori pestati.
per esempio io ho la verza rossa per l'appunto bollentata, che poi quando si fredda vira dal viola al blu.
complimenti anche per la foto.
ti piace il mio commento serio?
:D

pappareale ha detto...

L'ho fatto oggi a pranzo, veramente buono. Ci ho messo anche uno spicchietto d'aglio che ci stava molto bene. Grazie ancora per la ricetta.

FrancescaV ha detto...

ma lo sai che io uso la verza nel soffritto quando faccio il sugo di carne? Gli conferisce un sapore più legato che a noi piace molto. Non avevo però mai pensato di farne anche il pesto, proverò sicuramente!