martedì 17 novembre 2009

AAA nome cercasi...e pure ricette!

La rapa, il suo riflesso, la sua ombra...e il suo germoglio!

Portate pazienza, sto stressando il mondo, ma proprio non so che farci! Io questi cosi viola fuori e bianchi dentro, li chiamo "rape", ma francamente non ne sono poi così convinta.
E poi in giro non si trova neanche mezza ricetta...come mai? Brutto presentimento??
Aiutatemiiiii...

46 commenti:

Annetta ha detto...

Ciao Virginia, innazitutto complimeti per il tuo blog che seguo sempre. Quella che hai fotografato (peraltro bene!)è proprio una rapa! Non trovi ricette perchè è un vegetale povero, caduto in disgrazia dai tempi dal dopoguerra, per lasciare spazio a verdure pù glamour. Mia nonna le mangiava lessate con un giro d'olio crudo. Trovi qualche ricetta nel libro Verdure Golose della De montalier (in Francia e nei paesi del Nord è un po' più popolare che da noi...). In particolare ti consiglio da quel libro le rape glassate. Le hanno mangiate ANCHE le mie figlie e il che è tutto dire! Anna

Virginia ha detto...

Anna, innanzitutto grazie! Purtroppo in fatto di rape non ci capisco proprio niente, però mi piace testare tutto ciò che non conosco e spesso mi ritrovo in queste situazioni...
Purtroppo il libro di cui parli mi manca ma provvederò ad inventarmi qualcosa. Ora ne ho messe un paio a bollire per capire che sapore hanno ma stavo riflettendo di metterle in forno con un po' di miele (e qualche nocciola?)...mah! Che ne dici? Potrebbe andare?
Se non altro, sono felice che tu mi abbia confermato che si tratta proprio di rape.
Grazie mille di tutto!

paola ha detto...

Ciao Virginia...direi che rape è esattamente come le chiamo io e come le chiamava mia nonna, che però le mangiava esattamente come la nonna di Annetta....lessate con un giro d'olio crudo.
Io non ho l'abitudine di acquistarle e di cucinarle e non saprei consigliarti nessuna ricetta....ma la foto è bellissima come sempre!
buona giornata
Paola

Carolina ha detto...

E rape siano!
Anche io ti suggerirei proprio quel libro che ha proposto Annetta...
Lo trovi qui:
http://www.guidotommasi.it/ultimi-nati/verdure-golose/#more-252

Io ce l'ho. Se vuoi una recensione al volo ti restituisco il favore del cake volentieri... ;)

Monique ha detto...

Io! Io! Io lo so! Si chiama cavolo rapa! L'anno scorso il contadino che srve il nostro GAS me ne propinava una a settimana e dopo la seconda volta ho preso coraggio e ho chiesto.
La settimana scorsa ne ho fatto una vellutata a cui ho aggiunto una patata lessa per "ammorbidirne" un po' il gusto ma solo perchè io non amo i cavoli, prova!
PS: come ti capisco..ho la dispensa piena di cose che non so come utilizzare..sigh!

Virginia ha detto...

Paola, grazie!

Carolina, ora dico: una volta che faccio la brava bambina e non cedo senza pudore a tutti i libri di Tommasi, ho bisogno forse del gatto e la volpe (tu e Anna) che cercano di corrompermi così?? No, ditemelo che mi volete male!!!

Monique, incredibile!!! Ce l'ho proprio appena aggiunta la patata! Ne ho assaggiato un cubetto cotto in purezza e ho pensato di stemperare il gusto proprio con una patata!!!
Sono su candid camera???

Annetta ha detto...

Virginia, non ti voglio male, anzi!!!! Bisogna però ammettere che Guido Tommasi, se non altro perchè pubblica libri prevalentemente della Marabout, pubblica delle gran belle cose!
@Monique: non è per essere precisina (ma forse un po' lo sono :-DDD), ma il cavolo rapa è un'altra cosa: è più grosso, è verde pallido, ha delle foglie attaccate al rizoma. Il sapore è leggeremnte diverso mentre la consistenza è simile.

Virginia ha detto...

Anna, credo di poter quasi dichiarare di essere in possesso di tutti i libri di Tommasi TRANNE QUELLO!!! E a questo punto, temo che la situazione si protrarrà ancora per poco...mannaggia a voi!!! Associazione a delinquere!!!
Grazie anche per la precisazione sul cavolo rapa che, sono certa, anche Monique gradirà!

Barbara ha detto...

A Trieste si chiamano erbette, ma sono a tutti gli effetti rape rosse (o barbabietole rosse), trovi maggior delucidazioni nell'articolo che ti copio incollo, tratto da : http://www.coopfirenze.it

Le barbabietole rosse (o rape rosse)
Appartengono alla stessa famiglia delle barbabietole da zucchero. Sono ricche di fibre ed hanno un sapore leggermente dolciastro. Contengono molte preziose sostanze che facilitano la digestione, il funzionamento del fegato e l'abbassamento del colesterolo. In presenza di emorroidi, stitichezza, fermentazioni e putrefazioni eccessive, la rapa rossa è l'alimento rinfrescante per eccellenza. E' ben provvista di sali minerali, in particolare magnesio, fosforo, calcio, potassio e ferro, che si rivelano molto utili per gli anemici ed i demineralizzati. Bisogna comunque tenere presente che il contenuto di acido ossalico di questo vegetale non è trascurabile: limitando l'assorbimento dei sali minerali a livello intestinale lo rende poco adatto a chi soffre di calcolosi renale.
Consumata cruda (sotto forma di succo) è un vero concentrato di sostanze utili per la salute, tanto che nel 1983 alcuni ricercatori greci pubblicarono un articolo sulla rivista "International Journal of Cancer" sugli effetti favorevoli di una dieta che comprendeva la barbabietola rossa nella prevenzione del cancro del colon e del retto. Non sono stati comunque i primi a citarla, dato che già dal 1950 molti studiosi, soprattutto austriaci e tedeschi, hanno messo a punto estratti concentrati di molti ortaggi, il cui ingrediente principale era la barbabietola rossa, che venivano usati per curare varie patologie, come artriti, artrosi, osteoporosi, dermatiti. Il suo colore fa credere che sia molto ricca di ferro ma in realtà ne contiene di più l'asparago. Spesso è comunque consigliata agli anemici e questo è dovuto alla presenza nella sua polpa di particolari sostanze chiamate antocianosidi (responsabili del colore) che hanno la capacità di aumentare la vitalità dei globuli rossi.
In commercio si trova sia cruda che già lessata e sottovuoto. Se l'acquistate cruda badate che sia soda e senza macchie marroni o verdastre, se invece la prendete sottovuoto controllate la data di scadenza e l'integrità della confezione. Da non dimenticare che il succo della barbabietola, di colore rosso intenso, è spesso usato per creare "effetti speciali": si possono preparare tagliatelle, risotti e puree di colore rosa, anche le uova sode avranno un guscio ben colorito se aggiungiamo questo succo all'acqua di cottura.

twostella il giardino dei ciliegi ha detto...

Carissima! Che bello passare da te, i tuoi post sono sempre fonte di ispirazione :-)
Tutto ciò che so sull'argomento rape è qui http://giardinociliegi.blogspot.com/search?q=rape
ma ti prego, se riesci, non fai un piccolo prontuario con tutto quello che riesci a reperire tramite questo sondaggio così ci mettiamo in pari anche noi?
Smuack

Virginia ha detto...

Barbara, però queste dentro sono bianche...pertanto credo si tratti di rape bianche o, più semplicemente, rape.
Grazie comunque per le interessanti info sulle barbabietole (o rape rosse)...come avrai potuto notare, ultimamente le uso molto.

Virginia ha detto...

Twostella, ma certo!! Me le ero dimenticate!! Grazie!

Babs ha detto...

confermo anche io, sono rape!
dovrei andare alla ricerca della ricettina, che non ho sotto mano, ma se non ricorso male, c'è una buonissima minestra lombarda tradizionale (o forse un risotto??) a base di rape e riso. la cerco e te la mando via mail

Cuochella ha detto...

...a me sembra una banana.... :pppp
o mamma anche io avrei pensato ad una rapa, ma le rape non le mangio mai e quindi non ho idea di che aspetto abbiano...che fine hai deciso di fargli fare poi?

Babs ha detto...

@monique
mi associo ad annetta, il cavolo rapa è un'altra cosa, decisamente grosso e ha un gusto totalmente diverso. ma non si sarà confuso il contadino? :-D

Rossa di Sera ha detto...

Virginia, in Russia si mangiano spesso le rape di tutti i colori!
Oltre a lessarle e condirle con olio (di girasole) e sale, quando sono giovani e non troppo piccanti, si possono mangiare
- crude (grattuggiate) in insalata, sempre con olio o maionese, sale e aceto
- tagliate a fettine sottili, si fanno essiccare al forno (come altre verdure) e si mangiucchiano così (all'epoca in inverno non c'erano troppe verdure fresche)
- scavate e farcite con la loro polpa mischiata alla carne e cotte al forno

Spero di esserti stata utile,
Un abbraccio

Virginia ha detto...

Babs, grazie, attendo la ricetta volentieri!

Cuochella, stiamo lavorando per voi...

Rossa, grazie mille! L'idea delle rape ripiene mi piace molto (tra l'altro ho appena finito di leggere una ricetta su un libro di cucina italiana!!!

Alem ha detto...

ora ho che ho letto i commenti, so che è una rapa rossa, altrimenti non avrei saputo come aiutarti.
Un'insalata???

Anonimo ha detto...

io le cuocio solo con un po' d'olio in padella,certo non è una gran ricetta ma a me piacciono così soprattutto un pochino bruciacchiate.Ciao,Giuliana.

Fiordilatte ha detto...

Ti consiglio anche io di compare Verdure Golose :) è un libro fatto proprio bene! Sulle rape, come ti dicevano, trovi le rape glassate al miele e spezie!
A casa mia si saltano in padella con un po' d'olio, insomma roba difficile eh :P

sabri ha detto...

Vedi se ti piace questa ricetta, oltre alle rape, contiene pure le arance, quindi siamo assolutamente in stagione!! La cottura al forno ne esalta il sapore e a me personalmente piace di più. Ecco il link: http://colazionialetto.blogspot.com/2009/09/insalata-di-arance-barbabietole-e.html Qui le rape sono rosse e ne guadagna sopratutto il lato visivo del piatto, ma ho provato a prepararlo anche con le bianche e ci sta bene lo stesso. Ciao!

Maite_lacucinadicalycanthus ha detto...

allora, la signora fausta dice che fan bene per la tosse: le scavi dentro conservando la cima, le riempi di zucchero e le tieni coperte con la loro zocca in frigo per 12 ore... non ci ho provato, però

Elga ha detto...

Senza leggere i commenti precedenti che potrbbero influenzarmi, dico che direi assolutamente che è una rapa rossa. Magari sei stanca di prvare, ma ridurle in chips?

Laura ha detto...

Guarda qua: http://www.riverford.co.uk/recipes/recipe_list.php?listType=recipe_search
e cerca sotto la voce 'Turnip'
Good luck! Laura

Virginia ha detto...

Grazie, grazie a tutti!

Saretta ha detto...

Virgiiiii!!!Sai che non riesco più a visualizzare il tuo blog?!Da giorni non riesco a leggerti uff...
Detto ciò ho mille puntate da recuperare.Questa è una bellissimissima rapa, ed io le adoro sai?
Tu aggiungile alla zuppa di verdure(in alternativa alla versione lessata con olio)..conferirano una dolcezza incredibile!SE hai delle foglie..passa da me che le ho fatte come contorno!bacione

Virginia ha detto...

Saretta, grazie! Le foglie non le ho ma mi sa che se aspetto ancora un po'...

luby ha detto...

noto con molto divertimento che hai alzato un polverone con questa foto!
^-^

Daniela ha detto...

Ciao Virgina io, un po' di tempo fa ho postato questa ricetta: http://danieladiocleziano.blogspot.com/2009/05/risotto-alle-rape-rosse-e-gamberi.html, è una delle prime ricette che ho postato, fammi sapere se ti puo' andar bene, con il cavolo rosso ho in mente un'altra ricetta, la postero' in seguito.
Ciao Daniela.

Virginia ha detto...

Luby, he he he! Si fa quel che si può!!

Daniela, grazia ma il pesce qui -ahimè- è bandito...

iana ha detto...

Ciao, mi pare si tratti di cavolo rapa violetto (di Vienna), sono mezza austriaca! ;)Non so se ti hanno già risposto, comunque spero di esserti stata utile!

salsadisapa ha detto...

vedo che hai già risolto per il nome. per la ricetta, uhm... me ne vengono in mente tante, e tutte un po' scontate! vellutata, rapa candita, rapa al forno, ravioli di rapa...

Giorgia ha detto...

allora non sono l'unica a non aver mai mangiato le rape! ammetto di non avere il coraggio di provare :)

Jas ha detto...

ciao, anche se sono bianche io ci farei il bortsch, prova a vedere qui
http://cucinandosenza.blogspot.com/2008/10/bortsch.html
spero ti piaccia e sopprattutto spera ti venga una foto migliore della mia.
Jas

Alex ha detto...

E`una rapa.Rossa fuori, dentro bianca, al massimo leggermente rosata...il colore una volta spellata si perde (però rimane appunto screziata di rosa) qui nel Veneto a montagne...un classico povero-povero? Lessarle con patate e cipolla e poi una bella condita (l'insalata deve rimanere tiepida)ma questo è arcaico...in ogni caso se dai ns. fruttivendoli chiedi:erbette rave, o solo erbette ti servono le rape. qualche nuova idea ce l'ho...ma a questo punto credo siano venute anche a te!!!

Mammazan ha detto...

Io ho pubblicato un post in cui avevo presentato le rape in tegame ...con la salsiccia...se hai tempo va a vedere...
Baci

Mammazan ha detto...

Sono di nuovo qui : il sedano nrapa o sedano di Verona è molto più grande e completamente bianco..il suo gusto poi è molto delicato mentre la rape hanno un gusto abbastanza forte e particolare..
Aribaci

mikki ha detto...

ciao a tutti, volevo dirvi che la sig. fausta ha ragione, questa rapa e anche quella bianca, si scava all'interno, si riempie con zucchero, si tiene in frigo, (mia nonna le teneva sulla finestra)e poi si prende un cucchiaino o due per calmare la tosse. come si dice da me "è una scopa" nel senso che ti fa guarire rapidamente e non è disgustoso come gli sciroppi in vendita. io l'ho provato su di me quando ero ancora una fumatrice e la notte ero tormentata da un'orribile tosse
un bacio a tutti

Mariluna ha detto...

Virgi..;velluta..la, con patate é buona per la salute...qui la usano molto nel couscous marocchino!
Grazie per gli auguri!
:)

CorradoT ha detto...

Puoi farle a lasagna: se tagliando le fette, max 3 mm, vedi che sono umide falle essiccare in forno per meta' (quindi devono solo asciugarsi, non indurirsi).
Poi le utilizzi per farci delle lasagne, con un ripieno che di sapore non prevalga su quello della rapa. Per esempio secondo me il ragu' di carne e' inadatto, mentre potresti provare con zucca e rosmarino. E qualche chicco di uvetta...

Virginia ha detto...

Grazieeeeee!

Annies ha detto...

E per concludere il rave (anzi rape) party, oggi pure io ne ho comprate due piccine, per provare... altro che pubblicità occulta, sei riuscita a farmi incuriosire!!!

dada ha detto...

Confermo, qui "al nord" si usano di più anche se rimane un ingrediente povero. Il sapore è delicato quasi neutro quindi ti puoi proprio sbizzarire: zuppe, torte salate, a carpaccio con olio, glassate con il miele... Buona giornata!

Anto ha detto...

Ciao Virginia quella della foto è proprio una rapa!
Pensa che le ho cucinate proprio questa sera e sai come? ho preparato uno spezzatino con della carne di maiale (ti consiglio del capocollo)ho aggiunto del passato di pomodoro, le famose rape e delle patate americane. Ti dico solo che mio marito e i miei figli si sono leccati i baffi (anche il gatto che ha mangiato qualche avanzetto ha ringraziato). Se vuoi la ricetta completa con tanto di foto visita il mio blog: www.ricettinedianto.blogspot.com
Spero che ti piaccia la ricettina!!

dEleciouSly ha detto...

Di suggerimenti mi pare ne siano arrivati diversi... ergo mi limito ad ammettere, con sfacciata nonchalance, di non averne mai neppure per sbaglio assaggiata una di 'ste rape! Dovrò rimediare... :D

Ele :)

Anonimo ha detto...

ciao . si è una rapa. niente a che vedere con la barbabietola.
Io le coltivo e le mangiamo spesso. Le cucino lesse con le patate e olio buono del nostro (vivo in liguria di ponente, terra dell'oliva taggiasca), oppure tagliate a fette e fritte con la salsiccia. Non sono male.
ah è da tanto che seguo i blog di cucina ma è la prima volta che scrivo.ciao a tutti.