martedì 20 gennaio 2009

Sformatini di cavolo nero su purè di cannellini


...ovvero: una sorta di ribollita in forma!
Questa delicata ricetta appartiene a M.L. Trapanotto, ex forumista de La cucina italiana. Io l'ho provata l'anno scorso per la prima volta e non l'ho mai più mollata.


Sformatini di cavolo nero su purè di cannellini

200/250g di cavolo nero già lessato (va benissimo anche quello già lessato che si trova in alcuni supermercati)*
30g di burro
2 uova
1 scalogno
formaggio grattugiato
olio, sale e pepe

Per la besciamella:
30g di burro
2 dl di latte
20g di farina
noce moscata, sale e pepe

pangrattato per gli stampi

In un tegame scaldare un cucchiaio di olio e 30 gr di burro e insaporirvi lo scalogno tritato; unire il cavolo nero, salare, pepare e lasciarlo sul fuoco giusto il tempo per far evaporare ogni traccia di umidità. Passarlo al mixer e ridurlo in purè. Preparare la besciamella come di solito con gli ingredienti indicati e insaporirla con un pizzico di noce moscata.
Incorporare alla besciamella il purè di cavolo nero, le uova leggermente sbattute, due cucchiai di formaggio grattugiato e amalgamare bene il tutto. Imburrare 4 stampini monoporzione (ottimi quelli di stagnola, spolverarli con del pangrattato e suddividere il composto. Cuocere a bagnomaria in forno preriscaldato a 180° per 30/35 minuti. Sformare gli stampini e servirli accompagnandoli con qualche cucchiaiata di fonduta o con un purè di fagioli cannellini e un filo di ottimo olio d'oliva (e pepe nero macinato al momento).

*per ottenere quei 250g sono partita da quasi 1kg di prodotto a crudo.

23 commenti:

sweetcook ha detto...

Ci credo che tu non l'abbia più lasciata, solo a guardarli ( e nota che non sono neanche le 10) me ne papparei un pao subito!

Giorgia ha detto...

F-A-N-T-A-S-T-I-C-O!!! devo comprarlo per la ribollita ma ne prenderò un po' di più per questi sformatini!

Monique ha detto...

ho una vagonata di cavolo nero della busta bio che non sapevo come utilizzare, che bella idea!! la besciamella è liquidina o bella densa?

furfecchia ha detto...

non ci posso credere! io faccio la ribollita in modo tradizionale, ma voglio provare anche questa versione! troppo bella!

Lydia ha detto...

Molto carina la ribollita solida!!!!
Un abbraccio spagnolo

Maite ha detto...

adoro il cavolo nero! domani torno a firenze e filerò subito al mercato...

Saretta ha detto...

Deliziosi, adoro il cavolo nero!
Assolutamente da provare, bravissima!
bacione
saretta

Fra ha detto...

Ok sto svenendo, per questi sformatini potrei uccidere....(quando ho fame divento pericolosa)
;D
Un bacio
fra

michela ha detto...

Ed io è dall'anno scorso che cerco il cavolo nero!!
acc..e se la facessi con il cavolo bianco o con quello romano?

Mara ha detto...

ne mangerei giusto giusto uno ora..... bella idea per usare i cavoli
complimenti

Isabel ha detto...

meraviglia!!! che bella ricettina...quasi quasi me la segno!!!! complimenti! bacio

radicchiodiparigi ha detto...

hem... solo per dirti che ho visto solo ora il primo cmmento che lasciasti sul mio blog, il 15/01...

Della serie svegliarsi...

Grazie spilucchina!

carmen ha detto...

dalle mie parti non riesco a trovare il cavolo nero, ma i tuoi sformatini sono meravigliosi. un abbraccio

Elga ha detto...

Anche io voglio acquistare il cavolo nero, mi hai conquistata con questa ricetta!

comidademama ha detto...

molto elegante, tu e maite siete veramente stylish

Arietta ha detto...

appena ho letto il titolo ho detto: cavolo (che come esclamazione qui ci sta a pennello!! ;-)) ma è una ribollita! e infatti ho avuto pronta conferma! sono semplicemente deliziosi, molto molto intriganti!

desperate.houseviz ha detto...

che meraviglia di ricette

ho sbirciato il tuo blog di fretta (sono al lavoro) mia cara omonima, ma torno prestissimo!

in effetti, fa un po' senso anche a me scrivere "add a slice of Salame di Milano"... ho deciso di risolvere l'imbarazzo linkando le immagini, così mi torlgo un peso! :D

ti metto subito nei link, che non voglio perdere di vista il tuo blog, se ti fai piacere fai pure lo stesso!
a prestissssssssimo

Marta ha detto...

Adoro gli sformati...in ogni forma e sapore!
Lo proverò sicuramente

conunpocodizucchero ha detto...

Ciao! E' la prima volta che ti vengo a trovare, e a giudicare da ciò che ho visto, dò per certo che non sarà l'ultima! Hai un blog mooolto ben fatto e le tue ricette mi attirano non poco!
Ci rivediamo presto!
Conunpocodizucchero

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Vorrei provarli con un altro tipo di cavolo, magari la verza. Il cavolo nero qui è introvabile.
Di grande effetto
Un bacione
Alex

Ciboulette ha detto...

spilucchia, la ricetta è ganzissima, ma la tua presentazione e le tue fotoole rendono davvero onore!!!

Sai che io rischio diimpazzire con questa storia dellcavolo nero...qui c'è un tipo di cavolo che prima di Natale mi hanno anche regalato, e a cui ho fatto anche un'orribile foto, assomiglia, ma non credoosia il cavolo nero....che invece qui non trovo!
Cmq, con tutto quel cavolo che ho dovuto lessare e congelare un paio di sformatini ci potrebbero prorpio uscire!! baci!

Mariluna ha detto...

ummm ddai!!! questo mi piace molto...un'impresa ora ha trovare il cavolo nero...se sono fortunata devo fare qualche kilometro ma ne vale la pena!!!!

adina ha detto...

wow, questo sformato mi sa di buono, molto buono. adoro il cavolo nero, ce l'ho in frigo e questa interpretazione mi pare da provare! grazie!