mercoledì 9 luglio 2008

Treccia integrale ai semi di papavero


Lo so che adesso inorridirete al sol pensiero di accendere il forno...però il mio lievito madre è stato trascurato abbastanza e aveva bisogno di cure e tanto tanto affetto!
Così ho recuperato questa bella ricetta di Stella di sale e l'ho un po' modificata.
Grazie Stella!


Treccia coi semi di papavero

170g lievito madre
400 gr. di farina manitoba + 150g farina integrale
3 cucchiai di olio d'oliva
1 cucchiaio di malto
2 cucchiaini di sale
acqua della mozzarella (ma va bene anche quella normale), circa 300g
2 cucchiai di semi di papavero

latte per pennellare la superficie
altri semini per decorare


Setacciare le farine, unire la pasta madre, il malto, l'olio d'oliva, l'acqua, per ultimo il sale. Impastare per un quarto d'ora molto energicamente, lasciare a lievitare fino al raddoppio (5 ore) in un luogo riparato e caldo (per esempio il forno spento) unire i semi di papavero, impastare di nuovo e dare la forma, formando delle trecce (ne ho fatte 3), fare lievitare ancora un'ora, mentre si scalda il forno a 190-200 gradi, poi pennellare la superficie con il latte e cospargere con altri semini.
Infornare per 20 minuti circa.

18 commenti:

Sere ha detto...

Virgy... và che meravigliosa treccia di pane che hai fatto??? E la cottura??? Che fameeeee...
Io non ho coraggio di accendere il forno, a dire il vero non ho nemmeno il tempo... e ti dirò, meglio così almeno non mi inzicco di pane che fa solo ingrassare.. hihihih....

PSSS... ho alleggerito il sito... guarda un pò se ora ti funziona!!!

Smack panosi!

lenny ha detto...

Ammiro e mi stupisco sempre dinanzi al rapporto madre-lievito e ai magnifici "frutti" di questo amore reciproco.
Complimenti

Camomilla ha detto...

Io non ho molti problemi ad accendere il forno in questi giorni e ti dico, che dopo un piccolo ma riuscitissimo esperimento con il pane, mi sono rincuorata... Quindi proverò anch'io questa ricetta, ho un'unica perplessità: sai dove posso trovare il malto?
Bacioni

Uvetta ha detto...

Sarà che qui siamo vicini alle montagne, ma io accendo il forno in continuazione, anche oggi è previsto :-) per cui grazie per questa ricetta Virgy cara, la tua treccia è perfetta! anche io non ho il malto e non l'ho mai usato, di solito lo sostituisco con pari dose di miele, che ne pensi?

NADIA ha detto...

Che meraviglia questa treccia!
E i semi di papavero ci devono stare proprio bene!
Per ora mi appunto questa ricetta e proverò a rifarla quando le temperature lo permetteranno!
Bravissima come sempre,
Nadia - Alte Forchette -

Fra ha detto...

Io continuo a imperversare con il forno...quindi ben venga il treccione...magari lo cuciniamo verso le undici di sera, in modo da non squagliarci :D
Un bacione
Fra

salsadisapa ha detto...

bellizzima. zitta va' che sto prendendo coraggio: domani accendo il forno, giuro. oh e poi un giorno o l'altro troverò pure il coraggio di fare il benedetto lievito madre! e quel giorno busserò alla tua porta in cerca di dritte, che io coi lieviti sono uno ZERO ;-P

Giovanna ha detto...

Virgiiiii, ti ho segnalata qui:
http://lost-in-kitchen.blogspot.com/2008/07/di-belvedere-premi-e-iniziative.html
Guarda un po' cosa te ne pare...
Baci!

Virginia ha detto...

Camomilla e Uvetta, il malto si trova nelle erboristerie e nei negozi bio. Però non è fondamentale...lo si può sostituire con il miele (brava Uva!).

Sapa, aspetto con ansia quel giorno...

emilia ha detto...

Ho nl forno due belle treccione tricolore, come vedi accendo il forno e ora gusto anche la tua trecciona, ottima :))

Ciboulette ha detto...

si, si, va bene, con la scusa di accudire il lievito madre ci prepari queste cose lievitose che si sente il profumo da qui...non vale!!! :))

Oggi ho trovato un panificio decente, evviva, ma ho fatto un po' di km!!
Qui mi tocca imparare a panificare perche' forni e panifici da queste parti fanno solo il pane cafone (buono, si ma una volta, due, tre, mica sempre...) o panini brutti...

tu poi non fai altro che piantare chiodi nel cervello con i tuoi rinfreschi!! Se ci provo con la pasta madre sara' d'autunno pero'! :)

Bellissima anche la forma spilucchia!

Pip ha detto...

Oohohoho che bella questa treccia! E' doveroso accendere il forno se hai la pasta madre, prima o poi proverò anch'io a cimentarmi.

stelladisale ha detto...

ma che bella! e grazie! :-)
sei la maga del lievito madre!

mamma3 ha detto...

Anche qui trovo semi di papavero!! Oggi mi sento una regina:)) Bellissima treccia, Elga

Alex e Mari ha detto...

Manco ci fossimo messe d'accordo oggi :-) Che bella treccia. Il mio lievito madre è crepato, miseramente. Lo ammetto.
Ma giuro che un tentativo lo rifaccio.
Un bacione, Alex

laGallinainCucina ha detto...

Non mi piace ripetermi ma come ho detto ad Alex questa treccia è irresistibile!
Bravissima io sarei un disastro nel preparare questa treccia.
...comunque Alex è lontano ma tu no!!!

Lo ha detto...

bellissima treccia!!! leggendo i commentida stella di sale...ho provato a tenere l'acqua delle mozarelle di bufala freschissime che ho trovato...e usarl anella pizza...era come dire più croccantosa...buona!!!un abbraccione

sally ha detto...

Ciao Virginia, quando hai un minuto passa da me, ho un invito per te, ciao ciao sally