giovedì 27 settembre 2012

Minicakes di farina di Storo con fichi e noci

minicakes ai fichi

Dolci, dolci e ancora dolci.
Lo so che siete stufi di leggere ricette di dolci da colazione ma adesso e' quello che passa in convento.
Per questi cakkini mi sono ispirata ad una vecchia ricetta di Sale e pepe (un ciambellone pubblicato sul numero di settembre del 2007) ma, oltre ad imbellettarne la forma, ho voluto accentuarne la rusticita' utilizzando la farina di Storo (una farina gialla molto grezza di cui ho piu' diffusamente parlato su Gastronomia Mediterranea) invece che la classica fioretto e mi sono piaciuti da matti. Da riprovare anche con altri tipi di frutta!


Minicakes di farina di Storo con fichi e noci

per 6 pezzi:
120g farina bianca
120g farina gialla (di Storo)
140g noci
250g fichi
140g burro
120g zucchero di canna
2 cucchiaini rasi di lievito chimico
2 uova
un pizzico di sale alla vaniglia

Lavorare il burro con lo zucchero (eccetto un paio di cucchiai) fino ad ottenere una crema soffice.
Tritare le noci con i due cucchiai di zucchero tenuti da parte (io ho tenuto una grana grossolana). Aggiungere i tuorli alla crema di burro, le noci tritate, il sale, la farina gialla e quella bianca setacciata con il lievito.
Lavare i fichi, asciugarli e tenerne da parte 4 o 5 (in base alle dimensioni). Tagliarli a fettine (tranne quelli tenuti da parte) e unirli all'impasto. Aggiungere ora gli albumi montati a neve, incorporandoli delicatamente.
Suddividere l'impasto in sei stampini imburrati e infarinati con farina gialla e terminare decorando la superficie con fettine di fico ottenute da quei 4-5 tenuti da parte.
Cuocere a 180 gradi per 20-25 minuti.

12 commenti:

Saretta ha detto...

Buttali via....un abbinamento davvero da svenimento, epr qunto mi riguarda!

Marina Paris ha detto...

Bellissima idea di usare la farina di Storo!

Giuliana ha detto...

ottimo dolce da colazione Virgi, ma mi perplime un poco la farina di Storo, che mi piace moltissimo normalmente..
non si sente scrocchiare troppo sotto ai denti?
I viziati che ho in casa non so se apprezzerebbero..

Se io la passassi prima velocemente al Bimby?

Valentina ha detto...

uhh, oddio, un'altro tipo di farina...non me la posso lasciare scappare! le foodblogger si riconoscono pure per questo, dagli incalcolabili barattoli di farine e dagli zuccheri più disparati! :)

Virginia ha detto...

Giuli, quel leggero scricchiolìo sotto ai denti è proprio quello che a me ha fatto impazzire. Scricchiolìo di noci, di fichi e di storo...però se hai dei dubbi, l'idea di passarla al mixer mi sembra quella giusta.
Altrimenti prova con una più classica fioretto.

Ale ha detto...

Io non sono stufa di leggere di queste coccole. A presto, Ale

Giuliana ha detto...

grazie Virgi, proverò e ti faccio sapere...

baci

Giuli

pesopiuma ha detto...

Guarda, io... stufa...proprio no. Direi che leggere di questi dolci mi va benissimo!

Ciboulette ha detto...

per la parola "cakkini" meriteresti una testata di quelle avanzate dalla settimana scorsa, ma sono troppo contenta di aver trovato la farina di Storo, ti risparmio :-D

Patrizia ha detto...

Ho finito il pacco di farina di Storo la settimana scorsa :( uff...mi metterò alla ricerca!
Questi cakkini ( ;D ) sono fantastici...

Anonimo ha detto...

Benvenuto! Io non parlo italiano bene ;-). Can I use dried figs for this recipe? Your blog is fantastic! I love it but I have already started learning Italian and don't understand everything :-) Ti saluto,
Kinga

Eva ha detto...

Blog sul quale mi garba sempre fare una capatina e ricetta MERAVIGLIOSA, l'ho provata il giorno dopo avela letta! Il sapore rustico è irresistibile e la combinazione di sapori da podio. Purtroppo in casa avevo solo la farina da polenta 'classica', ma essendo tornata in trentino per un mese non mancherò di ricomprare quella di storo e di rifare la torta 8-)
Grazie per questa adorabile ricetta!