mercoledì 26 novembre 2008

Un successo grazie ad un fallimento


Ognuno di noi ha il proprio scheletro nell'armadio. Ebbene sì, ce l'ho anch'io: il Pan bauletto del Mulino Bianco!
So di aver destato il vostro sdegno, che avrete impugnato strani amuleti, che starete chiamando l'esorcista...ma, cari miei, non c'è niente da fare!
Io ci ho provato a smettere, ho persino provato a rifarlo in casa...ma non c'è stato verso!
Ed è stata proprio la volontà di riprodurre home made questo buon pane che mi ha condotta alla produzione di quello che vi propongo oggi -che non ha nulla a che fare col prodotto industriale ma che, nella sua diversità, è di una bontà strepitosa.
Morbido e rusticone insieme, tenero e profumato, ma con una crosta croccantissima...insomma, 'na meraviglia!
Ne ho fatti due filoni, uno in bianco e l'altro (quello della foto), l'ho condito con qualche cucchiaio di Variante dalmata...buonerrimo!


Pane ai tre cereali

300g lievito madre
600g manitoba setacciata
200g farina 00 setacciata
100g farina di segale setacciata
100g farina integrale di farro setacciata
500g latte
100g acqua
3 cucchiaini di malto+ uno per spennellare
3 cucchiaini di sale
(3 cucchiaini di Variante dalmata o altro pesto a piacere)

Dopo aver sciolto il lievito madre in un po' d'acqua e malto, impastare insieme tutti gli ingredienti. Metterli a lievitare in un luogo riparato per 6 ore.
Riprendere in mano l'impasto, dividerlo in due, dare un paio di giri di pieghe ad entrambi*, metterli dentro a degli stampi da plumcake e spennellarne la superficie con un cucchiaino di malto sciolto nell'acqua.
Far lievitare un'ora e mettere in forno a 220 gradi per 20 minuti, poi abbassare a 200 per altri 10 minuti.
Inserire una teglia d'acqua all'interno per tutto il tempo della cottura.

*Nel caso della Variante dalmata, spianare la pasta, distribuirvi il pesto e arrotolare, cercando di fissare le estremità, affinche non escano i liquidi.

AGGIORNAMENTO: Per un'esperimento pan bauletto più riuscito del mio, guardate qua.

15 commenti:

Saretta ha detto...

Ti offendi se preferisco il tuo super pane?!E' meraviglioso!!!
bacione
saretta

Lory ha detto...

Se tutte le ciofeche ti riescono così nn oso immaginare il resto ..ahahah!
Io quando avrò il coraggio di riesumare le mie briciole di lievito madre forse..;-)
Bellissimo davvero!

Lydia ha detto...

Ehm, vorrei dire...beh...
io c'ho un sacco di scheletri nell'armadio...
Posso???
le girelle, il panbrioche del m.b., le crostatine del m.b., la nutella...
Basta, mi fermo sennò mi rovino la reputazione.
Ah, dimenticavo, complimenti!!
Sono felice tu abbia ripreso a cucinare

Gabriella ha detto...

è proprio bellissimo il tuo pane...e poi quanto vale l'home made!!!

Maurina ha detto...

Per fortuna che niente ti ferma, neanche il "gambone" ... Brava

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

E meno male che non ha nulla a che fare con quello industriale!! È bellissimo.
Proprio l'altro giorno mia sorella ed io ci chiedevamo che fine avessero fatto le crostatine alla nutella del mulino bianco. Sai per caso se esistono ancora?? Devo provare a riprodurle ... sono il nostro scheletro nell'armadio :-)
Ciao
Alex

ciciuzza ha detto...

beh.. a me quando succede che viene fuori una ciofeca.. lo è veramente nel senso che è immangiabile! tu ti inventi invece qualcosa di nuovo! braivssima! :)

manu e silvia ha detto...

senza dubbio è melgio di quello industriale..senza nulla togliere alla MB...ma il tuo sicurament eè più saporito!!
apprezziamo l'impegno..e anche il risultato!
baci baci

Camomilla ha detto...

Non vorrei dire, ma questo pane ai tre cereali mi sembra davvero molto meglio di quello del Mulino Bianco... Brava!

Elga ha detto...

Io non lo compro più quel pane perchè altrimenti finise in un giorno e mezzo..siamo in due ad esserne dipendenti:) Elga

Lydia ha detto...

Virgi, passa da noi a ritirare un premio che non poteva non essere tuo: il criceto goloso.....

Gunther ha detto...

complimenti avete una gran pazienza nel provare e riprovare, comunque complimenti è bello molto bello

SERE ha detto...

wiggy... a me piace tanto il pan bauletto! Voglio assolutamente sperimentare la tua ricetta ma credo che non smetterò mai di comprare quello confezionato, sob... chissà che ci metton dentro!?

piuttosto.. come stai tesorina?!

Sere - cucinailoveyou.com

sandra ha detto...

la variante dalmata è fantastica! :-)
ma come ti vengono??? Ogni tanto 'partorisco' dei nomi così strani che mi dico che è meglio lasciar perdere!
Comunque la pasta madre sta così bene che vorrà partecipare ad un esperimento come questo!
Un abbraccio e buona settimana!

Rosatea ha detto...

E come si fa a starti dietro ?
sei un tornado !