mercoledì 13 luglio 2011

Crumble di albicocche (quello vero)

crumble di albicocche

Lo confesso: mi è così tanto piaciuto il trittico albicocche-farro-mandorle provato nella torta crumble di Knam che non potevo non replicare il mitico crumble nella versione più ortodossa.
Si aggiunga a tutto ciò un'irrefrenabile voglia di sfoggiare le mie nuove cocottine ed ecco che si arriva a questa semplicissima conclusione:


Crumble di albicocche

Per 6 persone:
260g albicocche (al netto)
50g zucchero
85g farina di farro
60g burro
60g mandorle tritate
Un pizzico di sale
Mezza stecca di vaniglia

Lavare le albicocche e tagliarle a pezzetti.
Lavorare velocemente insieme la farina con il burro, lo zucchero, le mandorle, il pizzico di sale e i semi raschiati della vaniglia fino ad ottenere un composto sabbioso.
Suddividere le albicocche in 6 cocottine di porcellana leggermente imburrate e distribuirvi sopra il crumble. Disporre il tutto in frigo intanto che il forno raggiunge la temperatura di 180 gradi.
Cuocere per 15-20 minuti.

P.S.: approfitto di questo mio spazio per pubblicare un appello disperato: vi prego, oh voi milanesi che mi leggete, vi supplico, mi sapete indicare un posto dove trovare delle albicocche degne di questo nome?

32 commenti:

°Glo83° ha detto...

che delizia! ultimamente vedo un sacco di crumble...sarà un messaggio che devo provarlo?! nel caso mi salvo subito la ricetta! ;)

Saretta ha detto...

Bella domanda Virginia...non le ho ancora beccate.Forse una volta al biologico ma,rarità!!!!Sono tentata di provare dal frutarolo cartier sotto casa, di via speronari ma..temo poi di dover accendere un utuo!E coi tempi che corrono....;)
Cmq le cocottine sono bellizzime e pure sto crumble..che gola!
Nemmeno la biscottina ti frena nel creare bontezze :)
bacione

Saretta ha detto...

PS:ma il mercato della coldiretti?

Marta ha detto...

mercato ortofrutticolo zona mecenate? Me ne parlano bene
fighe le cocottine!

Your Noise ha detto...

Che meraviglia! Le cocottine sono splendide... e questo abbinamento m'intriga molto, mandorle e albicocche è già ottimo, chissà formato crumble! :)
Grazie della ricetta!
Agnese

Alessia ha detto...

io mi sto organizzando con i gruppi di acquisto dalla cascina Cornale, e ci sono anche le albicocche.
http://www.cornale.it/
Altrimenti quando vado a trovare i miei in Emilia..

fantastico il crumble

recetasverocava ha detto...

Acabo de conocer tu blog de casualidad y tienes unas recetas que em han encantado!! asi que aqui me quedo de seguidora y te copio algunas, gracias por compartirlas y espero verte pronto y quieras tambien ser seguidora de el mio si te gusta mi blog!! un besin

Giovanna ha detto...

Non resisto nemmeno io;) buono!!!

marta ha detto...

cara virginia, non mi sono mai decisa a preparare un crumble, ma quando sarà, seguirò per filo e per segno questa tua ricetta!
di cose in comune ne abbiamo tante: ogni volta che post una ricetta riconosco le cocottine, le porcellane o i piattini di servizio, proprio come questi arancioni, presi da croff!
tra meno di 30 giorni avrò anch'io una bambina, che spero sia un'angelo, proprio come la tua...
e abito a Milano: tutta la frutta e la verdura che si trova nei migliori supermercati fa sempre abbastanza schifo! comunque io vado spesso al mercato di via fauchè (zona sempione) e la frutta che vedo l'assaggio prima...prova lì, a mio parere è uno dei mercati migliori!
un abbraccio

Fabiana ha detto...

Posso campanilisticamente suggerire le albicocche di Valleggia, che oltre a crescere sugli alberi del mio giardino sono anche uno strepitoso Presidio Slow Food, anzi, l'ultimo colorato Presidio nato in terra ligure?!
Non credo la tua ricetta sia migliorabile, convince al 100%, con la Valleggia potresti arrivare al 101%!!

Un saluto ligure e finalmente....piovoso!!

kristel ha detto...

Devo ancora fare quella torta deliziosa col crumble e tu già mi proponi quest'altro ben di Dio?
C'é un giveaway da me....
Baci!

l'albero della carambola ha detto...

Non so aiutarti per le albicocche (anzi, "sfrutterò" i suggerimenti che ti hanno dato e che arriveranno...) ma ne approfitto per farti i complimenti per questi minicrumble (deliziosi davvero) e per il signor Crumble di Knam (strepitoso)!
Un saluto
simona

Anonimo ha detto...

Io,specie in estate,esagero col crumble! Esco da un duro periodo di crumble alla ciliegia..La ricetta è identica alla tua,la farina di farro la uso d'ufficio,ma se posso..la prossima volta prova ad aggiungere al posto della vaniglia i semini di cardamomo,stanno benissimo anche nel crumble di pesche.Ciao,il tuo blog è sempre bellinissimo! Mab

maia ha detto...

delizioso!!

e le cocotte divine!!

Gio ha detto...

che piccola delizia e che carine le cocottine :)

kitchenqb ha detto...

...ma troppo carine le cocottine!!!! :)))

Sabrine d'Aubergine ha detto...

Dolci alla frutta, dolci d'estate... siamo sulla stessa lunghezza d'onda, cara Virginia! Briciolame compreso...
Un saluto,

Sabrine

Nai - Cucino da vicino ha detto...

Che carine le cocottine solo....sarà che parlo da golosa ma sembrano piccine piccine!! Insomma ci si mangia poco, o sbaglio?!! :-P

manoela ha detto...

confermo mercato di via fauchè, io trovo frutta che sa di frutta e non di gomma :)

Edda ha detto...

Beh se è quello vero allora... Il crumble dell'estate e, come sempre, adoro la bellezza ma anche lo spirito delle tue foto ;-) Baci

pips ha detto...

che bello questo crumble e le cocottine in tinta! Con le albicocche non l'ho mai fatto, ma farro+mandorle deve avere un sapore davvero rustico, che sa di casa.

sississima ha detto...

Una golosità senza fine...per non perdermene altre mi sono subito iscritta nei tuoi lettori fissi, ciao SILVIA (passa da me se ti va)

Günther ha detto...

quelle poche volte che passo a milano vado al mercato di piazzale Martini a volte si possono trovare di buona qualità ma è difficile

Patty ha detto...

Sarà che le albicocche sono per me i frutti del sole, sarà che i dolci sbriciolati riescono a commuovermi, ma davanti a questa ricetta potrei anche inginocchiarmi. Le albicocche insapore esistono ovunque purtroppo...non riesco ad assaggiarne una con un sapore decente da millenni. Un abbraccio, Pat

virgikelian ha detto...

Ciao Virginia, in questo periodo sono al mare in Liguria e ogni giorno acquisto albicocche. Mi hai dato una bella idea !!! GRAZIE-
Un bacione anche a Chiara.

riccioli di cioccolato ha detto...

bello l'uso della farina di farro, che rende questo dolcetto oltre che bello anche buono e salutare, brava.

Rosita Vargas ha detto...

Squisito mi preparo crollare molto invitante, è bellissima e deliziosa e mi piace grande abbraccio

Anonimo ha detto...

Cara Virginia, ho appena scoperto il tuo blog "per colpa" delle friselle, le adoro e cercavo nuove ricette.
Ma adoro anche il cruble, l'ho assaggiato per la prima volta l'estate scorsa nell'East Anglia, ospite di una famiglia.
L'abbiamo preparato con le mele del frutteto e mulberries che sono delle specie di more di gelso.
Ma la loro ricetta pervede la cottura preventiva della frutta, con pochissimo zucchero, finchè diventa un po' morbida. Poi il resto del procedimento è uguale.
Erano stra-delizione. Inoltre le hanno servite ancora tiepide con gelato alla crema (artigianale).
E' stato un momento indimenticabile.
Baci
Romina

Lady B. ha detto...

che presentazione stupenda!

dolci a ...gogo!!! ha detto...

Meravigliose le cocottine ma il contenuto nn è da meno di sicuro!baci,imma

fra ha detto...

Dalla foto sembra così croccoloso, ti fa venire voglia di affondarci il cucchiaino e sgranocchiare tutto!!

cooksappe ha detto...

prendo nota! ;)