lunedì 12 luglio 2010

Cipolle di Tropea alla vaniglia

cipolle Tropea

Inutile che attacchi con la solita lagna del caldo, della voglia di cucinare sempre più in ferie e via dicendo...
Se tutto va bene, mercoledì dovrei partire per la consueta settimanina croata con mammà e papà (che praticamente non vedo dal matrimonio) che, diciamolo, è sempe un toccasana!
Pertanto le scorte di cibo sono in fase di eliminazione e le ore passate ai fornelli sono ridotte praticamente all'osso.
Il modo in cui ho smaltito queste cipolle però, ve lo devo assolutamente raccontare. Ci credevo talmente poco che non sono nemmeno stata a fotografarle. Ma quando la materia prima è a questi livelli, anche la ricetta più banale diventa poesia.


Cipolle di Tropea alla vaniglia

3 grosse cipolle di Tropea fresche
una stecca di vaniglia
2 cucchiai di miele (acacia o millefiori)
olio
sale

Aprire la stecca di vaniglia e raccoglierne i semi che unirete a 3 cucchiai d'olio e al miele.
Togliere alle cipolle lo strato esterno e dividerle in 4 spicchi. Immergerle in acqua per qualche minuto. Spennellare la teglia con dell'olio (semplice).
Scolare le cipolle senza asciugarle troppo e distribuirle in teglia senza accavallarle. Distribuirvi sopra l'emulsione di olio-miele-vaniglia cercando, con l'aiuto di un pennello, di distribuirla su tutta la superficie. Terminare con una generosa spolverata di sale e infornare a 160 gradi per circa un'ora. Ogni venti minuti, recuperare il condimento depositato sul fondo della teglia e rispennellare le cipolle. Fare raffreddare nel loro sugo e servire.

37 commenti:

Babs ha detto...

sbam.... cascò a terra dall'emozione!
:-) battuta a parte, hai ragione, se la mataria prima è eccellente, le cotture più semplici e delicate sono le migliori, ne esaltano i profumi ed i sapori.
la vaniglia è quel quid in più che le rende moooolto attraenti!
giorno virginia (come stai?)

CorradoT ha detto...

Virgi'... qui facaldo. Ma questa ricetta e' da provare, forno o non forno.
Grande idea, complimenti :)

Lydia ha detto...

E perchè queste non le ho assaggiate???

Benedetta ha detto...

interessante...lo sai che qui dalle mie parti c'è Cannara, anch'essa terra di cipolle in cui a settembre fanno una sagra spettacolare, si inizia a sentire l'odore quando ancora non sei in città, zuppe, gnocchi, parmigiane, fritte, arrosto, agrodolce, nei dolci... cosi' pero' non credo le facciano, e visto che la cosa è interessante..ci proverò! un grande abbraccio cara

Mariluna ha detto...

daccordissimo con te queste cipolle già da sole sono poesia e la tua interpretazione le rende davvero il massimo della bonta...non mi resta che provare anche le ultime mie sarà un gran piacere sentire il loro profumo con la vaniglia!

pappareale ha detto...

che bellissima idea, da provare assolutamente. Ma dole le scovi ste combinazioni? Ancora penso ai capperi con il caffé :-)
Ciao
Antonella

Reb ha detto...

Devo assolutamente provarle, hanno un che di chic irresistibile. Ma, una volta inserite in teglia, vanno sfogliate o devon rimanere a spicchi?
Intanto, che sia una vacanza rilassante e bella.

Gaia ha detto...

wow,
e quelle sottovuoto che fine hanno fatto?!?!?
meglio cosi', queste ce la fo' a ripeterle!
;-)
buona vacanzina!

MMM ha detto...

originale e interessante! te la rubo =)
intanto se ti va dai un occhio a
www.modemuffins.blogspot.com

Onde99 ha detto...

Che bella ricetta! Sapevo di confetture di cipolla alla vaniglia, ma non pensavo si potessero abbinare anche per un semplice contorno! Grazie dell'idea!

Gloria ha detto...

Cipolle di Tropea con la vaniglia?! Wow, da provare, vale l'accensione del forno ;)
Io l'altro giorno ho assaggiato delle cipolle di Tropea grigliate, era la prima volta, ero estasiata! Hai ragione, quando la materia prima è buona ci vuole poco a creare una meraviglia! Buona vacanza

Ambra ha detto...

Oggi anche io cipolle di tropea...ma così mi piacciono un sacco...devo assolutamente provare!!!Bacio

manuela e silvia ha detto...

Sono originalissime così! certamente un sapore molto dolce che non ti aspetti!!
baci baci

( parentesiculinaria ) ha detto...

Cassssssspita. Mi piace!

Saretta ha detto...

Ammiro ammiro ammiroooooooooooooo!!!!

Acquolina ha detto...

da provare, anche se si deve accendere il forno... :-D

fiOrdivanilla ha detto...

mi piace assai, bellissima idea Virgi!

Glu.fri cosas varias sin gluten ha detto...

L'ho adottata...io le cipolle le mangerei anche a colazione...e poi qui..fa freddo...!

Il gatto goloso ha detto...

appena ho letto il titolo ho pensato "questa è pazza"! :) Invece poi sai che mi hai convinta? L'abbinamento mi sembra davvero eccellente :) Brava Virgiiii.... e buone vacanze! Io ti seguo a ruota... venerdì tocca a me :)

Azabel ha detto...

Sissì, come no, la materia prima... diciamo pure che tra le tue manine tutto riesce a diventare poesia!

Alex ha detto...

Non ti dico quanto ho pagato le cipolle di Tropea l'unica volta che le ho trovate qui. Ma ne è valsa assolutamente la pena. Sai che con la vaniglia da me sfondi porte aperte. Bellissimo connubio.
Baci

Blueberry ha detto...

Originalissima questa ricetta, non avevo mai provato le cipolle di tropea (che adoro) in questa veste, brava! :D

Ciboulette ha detto...

nessuno e' profeta in patria ma neanche per se stesso! Come hai fatto a non crederci? Sara/ che ormai per me le cipolle di Tropea in versione dolce (vedi marmellata) sono una droga, ma io non ci avrei avuto assolutamente nessun dubbio, se anche quest'anno torno da Sibari con la trecciona di cipolle da 5 kg (e l'anno scorso le ho fatte viaggiare in pullman, e ho detto tutto) le provo di sicro, tanto io il forno lo accendo sempre e comunque, finche' non svengo.
Oh, quanto ho scritto, buone vacanze bellezza!

UnaZebrApois ha detto...

mi piacciono così!!!Una gran bella preparazione e chissà che profumino!!!

Un bacio e buon viaggio!!!

Angela Maci ha detto...

Buone, buone buone...mi piacciono le cipolle di Tropea, le metto in tante preparazioni, ma queste alla vaniglia non le ho mai fatte, nè provate. Brava Virginia, bella idea.
Se ti fa piacere partecipare al nostro contest quando torni dalle vacanze croate, ti lascio il link:
http://www.sorelleinpentola.com/2010/07/larte-in-cucina-contest.html
Ciao e buone vacanze, Angie e Chiara

Mirtilla ha detto...

Cipolle e vaniglia? Quasi quasi le provo, dato che, almeno mangiate separatamente, le adoro tutte e due! BEh... buona vacanza!!!!! a presto!

BreadandBreakfast ha detto...

ohi ohi, che brutta fine che stanno per fare le cipolle prese stamattina...:)

Cey ha detto...

Mi incuriosiscono! sarà che sono cipollomane ma quest'abbinamento con la vaniglia è sfizioso *_*

Edda ha detto...

Hai fatto bene a raccontarcelo e poi mi piace il tuo estro temerario, anch'io le voglio assaggiare :-)

Aurore ha detto...

Bella ricetta,in onore dei miei primi 100 sostenitori ho creato la mia prima raccolta: La Cuisine en Rose …. http://biscottirosaetralala.blogspot.com

chiarap. ha detto...

Virginia scusa se ti disturbo nuovamente sull'outlet vicino new york ma è questo?
http://www.premiumoutlets.com/outlets/outlet.asp?id=7
Nella lista dei negozi parla anche di chanel,siccome c'è ne sono anche altri di premium outlets volevo essere sicura che sia lo stesso di cui parli tu.
Notte

La Gaia Celiaca ha detto...

bella questa cosa. bellissima.
adoro le cipolle al forno, con il miele e la vaniglia non ci avevo mai pensato.

ci penserò!

sally ha detto...

Dove ci sono le cipole ci sono io!! Non mi tiro mai indietro, sono troppo buone!!

giulia pignatelli ha detto...

Che bel blog Virginia! Mi sono aggiunta di corsa ai tuoi fans!
Adoro le cipolle di tropea e quando ne troverò di buone anche qui le provo

il ramaiolo ha detto...

Che roba geniale sta ricettina!
... novità intuita?... beh forse... "pesa come un bel panetto di burro ormai...

Nene ha detto...

ciao :)
se ti interessa, guarda il mio nuov progetto di cucina
http://pellegrinidiartusi.blogspot.com/

Pat ha detto...

Ciao è la prima volta che entro in questo sito ed essendo da poco fans delle Cipolle di Tropea ho pensato di dover subito fare dei complimenti. Un amica di recente rientrata dal suo paese natale mi ha omaggiato di 3 belle trecce di cipolle rosse di tropea, non la ringrazierò mai abbastanza. Sono deliziose, ma come ho fatto a stare senza per 47 anni?!? Non le lascierò mai piu, è nato un grande amore. Seguirò le vostre ricette con cura. Grazie