lunedì 3 agosto 2009

Confettura di pesche bianche e rosmarino

Confettura di pesche e rosmarino

Ieri è stata una grande giornata di produzioni marmellatifere. Venerdì si parte e non potevo certo pensare di farci mancare le confetture per le colazioni vacanziere. Pane burro & marmellata in barca al mattino (magari dopo aver appena fatto il bagno) sono una delle cose più lussuriose che ci si possa permettere.
E, sempre a proposito di lussi, sabato ho avuto l'occasione di cogliere le pesche che ho utilizzato per questa marmellata direttamente dall'albero...e per fortuna! Altrimenti quel profumo incantevole, chi se lo ricordava più? Perchè è sempre così difficile trovare della frutta come si deve in città? Sgrunt!


Confettura di pesche e rosmarino

per 2 barattoli (uno grande e uno piccolo):
600g di pesche bianche sbucciate e tagliate a fettine (al netto degli scartI)
250g zucchero*
1 limone grande (o due piccoli)
Un rametto di rosmarino fresco lungo 10cm circa
Una garza sterile

Tagliare le pesche a fettine e metterle a macerare per una notte in frigo con i 250g di zucchero e il rametto di rosmarino. Il giorno seguente, con un colino, dividere il succo dalla polpa e mettere il primo a ridurre sul fuoco per 25-30 minuti.
Nel frattempo, spremere il succo di limone e tenerlo da parte. Raccogliere dentro la garza il ramo di rosmarino, i semi del limone e le calotte spremute private della buccia. Chiudere bene il tutto con spago da cucina.
Quando (trascorsa la mezz’ora) vedrete che il succo inizierà a caramellare (105 gradi), aggiungervi il succo di limone, la frutta e la garza e cuocere per altri 10 minuti circa. Poi togliere la garza e spremerla (per raccoglierne bene i succhi) con l’aiuto di uno schiacciapatate. Cuocere ancora per 5 minuti e fare la prova piattino. La marmellata, a questo punto, dovrebbe essere pronta. Invasare in barattoli sterilizzati (in forno a 110 gradi) e capovolgere per creare il sottovuoto.

*le mie pesche erano talmente dolci che avrebbero potuto fare a meno di almeno 50g di zucchero.


AGGIORNAMENTO
: Leggo ora dal blog delle Tamerici che, causa guasti informatici, le iscrizioni per il concorso sul Grana Padano sono prorogate fino al 7 agosto. Quindi, chi ha inviato le ricette, verifichi che siano arrivate e chi invece non aveva abbastanza tempo, ora può recuperare!

20 commenti:

furfecchia ha detto...

No Virginia non mi puoi fare questo! avevo deciso di chiudere con le marmellate almeno fino al rientro dalle vacanze e tu te ne esci con una cosa del genere???
e avevo anche detto alla zia di mio marito di non mandarmi più pesche... ma come faccio a resistere a non prepararla???

genny ha detto...

insomma il rosmarino ce lo infiliamo in tutte le marmellate:DDDDD
scrivevo di là..come vi pare l'idea di un inconrtro milanese di foodblogger rimanste in città (ok tu parti..ma dai prima di fine agosto tornerai vero?:DD)magari rispondimi via mail se ti va!
ciao!

Camomilla ha detto...

Capisco bene cosa intendi quando dici che le pesche che si trovano in città non hanno lo stesso profumo di quelle che hanno avuto modo di giungere al giusto grado di maturazione sull'albero! Ho la fortuna di poterle raccogliere direttamente anch'io e sono davvero tutta un'altra cosa... mi devo dare alla produzione marmellatifera anch'io ;)

Mary ha detto...

Interessante l'uso del rosmarino nella marmellata !

manu e silvia ha detto...

Originale questa confettura...il rosmarino dà il giusto tono di profumo!
bacioni

alessandra (raravis) ha detto...

condivido tutto- specie il sapore della frutta di città, "biologica" compresa. Le tue marmellate sono una favola, mi immagino "condite" con il sapore del mare delle vacanze.
Complimenti, ma ormai rischiamo il banale ;-)
alessandra

virgikelian ha detto...

Ciao Virginia, io sono rientrata dalla Liguria (abbronzatissima) e tu parti ... mi sembra giusto!!!
Ti auguro delle vacanze meravigliose come le desideri tu.
Le pesche dei frutteti liguri sono una delizia ma chi aveva voglia di fare confetture? Ora che sono a casa farò una prova con rosmarino
che ha me piace tanto ma non l'ho mai messo nelle pesche.
Baci, baci. Virgi

sweetcook ha detto...

Io non mi sono ancora cimnetata con le marmellata ma mi fai venire una vooooglia:)

Sara ha detto...

Ciao anch'io sto invasettando per il mare, però sughi per la pasta, è bello vero?? Cucinare per quelli che, so già, saranno momenti piacevoli è la cosa che mi piace di più fare, i migliori momenti che passo con me stessa. Spero sia così anche per te.
E questa foto è da ovazione.
Ci regali qualcos'altro prima di venerdì?? Dai...

Cuoche dell'altro mondo ha detto...

Tempo fa ho fatto una tarte di sfoglia con pesche e rosmarino e mi sono leccata i baffi e mi sono ripromessa di fare anche la marmellata. Oggi ho la conferma che devo sbrigarmi a farla! Deliziosa. E la foto è bellizzzzzima.
Ciao
Alex

Tania ha detto...

Certo che gustarla in barca deve essere anche più piacevole! Davvero interessante l'utilizzo del rosmarino, mi propongo di provarla l'anno prossimo, quest'anno la mia produzione di marmellate a base di pesche è "già andata", ma sono molto curiosa!

marifra79 ha detto...

Rosmarino in una marmellata? Chissà...l'idea non mi dispiace, si dovrebbe provare! Hai ragione sulla frutta di città....
Ciao un abbraccio

dolci a ...gogo!!! ha detto...

wow virginia che idea gustosa e alternativa!!mai provato questo abbinamento pero mi stuzzica tantissimo deve essere deliziosa!!baci imma

Fra ha detto...

Anche io mi sono data alle marmellate ;D
Ottimo l'abbinamento pesche e rosmarino, soprattutto se la marmellata viene consumata sulla barca dopo aver fatto il bagno!!!
Un bacione
fra

Elga ha detto...

Quanto hai ragione! E' la merenda perfetta dopo un bagno e se si ha la fortuna di raccolgiere la materia prima di mano propria è un extra lusso! Ti abbraccio

LaGolosastra ha detto...

io non amo le marmellate (e a quanto pare sono una bestia rara) ma a leggere queste ricettine sfiziose mi viene voglia di cimentarmi!

Buona vacanza, buon mare!

cobrizoperla ha detto...

lo scorso anno ho sperimentato il connubio pesche-rosmarino e l'ho propinato a tutti! ;-) è un abbinamento che trovo particolarmente azzeccato.
adesso sono nella fase marmellata di albicocche, lime e vaniglia...
si salvi chi può! ;-D

paolaotto ha detto...

Ciaoooooo! eccomi tornata...e tu mi abbandoni così tra qualche giorno??? non si fa così!! va beh...dai...ti perdono, anche perchè mi lasci tante belle ricette da provare...grazie... e grazie per avermi avvisata dei problemi di mail delle Tamerici, domani provvederò a verificare. bacioni. Paola

Cappuccetto Rosso ha detto...

E brava Virginia! Anche per me nulla batte pane e marmellata alla mattina (nemmeno i mitici scones o il mega-croissant...eh eh eh), e parlo di una qualunque mattina di lavoro, figurati poi se sei in barca e hai appena fatto il bagno!
Invidia a mille!

Gisy ha detto...

Meraviglioso blog, io linko subito :)


http://pinup-cooking.blogspot.com/