mercoledì 6 febbraio 2013

Baicoli con lievito madre

baicoli e chiara

I baicoli possono essere considerati il grado zero dei biscotti. Sono una specialità veneziana consumata da sempre da chi va per mare, grazie al fatto che, alla luce della bis-cottatura, si mantengono molto a lungo. Mi piace pensarli come il corrispettivo nordico e dolce delle friselle tipiche dei pescatori del sud (per ulteriori informazioni e per una versione con lievito di birra, guardate qui).
In casa sono piaciuti tanto e un po' come le ferratelle qui sotto sono diventati parte integrante delle merende di Chiara.
Sono dei biscotti semplicissimi, non sono certo dei frollini, ma per chi ha dei nanetti con le mani lunghe in giro per casa sono delle alternative sane e ideali.
Questa volta Chiara, oltre a riproporsi come modella, mi ha aiutata anche nella preparazione, seguendo con attenzione la misura degli ingredienti e aiutandomi ad impastare con vigore.
Abbiamo seguito la plurigarantita ricetta delle sorelle Simili tratta dal loro ultimo libro "La buona cucina di casa". Tra parentesi le mie note.


Baicoli con lievito madre


350g lievito madre (rinfrescata dalla sera precedente)
350g farina di forza (per me Petra 5)
130g acqua
90g zucchero (di canna)
90g burro morbido (in verità ho usato 70g di burro salato e 20g di strutto)
1 cucchiaino di sale (non l'ho messo perchè ho usato il burro salato)

Con la farina fare una bella fontana.
Sciogliere bene al centro il lievito madre a pezzetti con l'acqua, aggiungere il burro, lo zucchero e il sale e lavorare bene insieme tutti gli ingredienti. Deve risultare un bell'impasto morbido.
Dividere l'impasto in 4 parti uguali e formare dei filoncini, sistemarli sulla teglia ricoperta da carta forno (io li ho disposti su due teglie diverse), lasciarli riposare 4/5 ore (5 ore mi sono servite tutte) in luogo riparato.
Cuocere in forno caldo a 200° per 10 minuti, non devono colorire troppo. Lasciarli freddare bene su una gratella poi metterli in un sacchetto di plastica per alimenti fino al giorno dopo (non l'ho fatto, ho aspettato solo 3 ore e poi sono passata alla biscottatura).
Tagliarli a fettine molto fini (il più sottile possibile), disporli sulla teglia del forno e farli tostare 8-10 minuti a 150/160° (a me sono stati sufficienti 4 minuti per lato a 140°). Devono appena dorare.
Quando freddi conservarli in una scatola di latta, durano a lungo.

baicoli

13 commenti:

carla ha detto...

ma sai che non li avevo mai sentiti?
me li immagino sbadilati di nutella...

Ely ha detto...

Buonissimi! Non ho mai provato a farli ma sono ottimi e le tue foto strepitose! Che bella manina golosa :) Un abbraccio e complimenti!

Alex ha detto...

Carini!!!!
Anche le simili al corso non avevano fatto riposare dopo la prima cottura ( credo x esigenze di corso) ma la prolungata attesa ( 48 ore) permette ai biscotti di perdere molta umidità così poi la biscottatura sará breve e uniforme, e li puoi tagliare molto sottili senza fatica e senza attrezzi diabolici:)

Miele e Vaniglia ha detto...

I baicoli me li ha fatti conoscere la mia cara amica Monica sono buonissimi e uno tira l'altro.
Rosalba

Simo ha detto...

quella manina cicciotta è veramente un amore...........
strepitosi, ti sono venuti alla perfezione i baicoli

Daniela Pubblica Amministrazione Stipendio ha detto...

Che semplice sono da preparare ,pensava che ci voleva più tempo e più ingredienti per fare questa squisitezza.Ottima ricetta.

Gaia ha detto...

mai fatti ne' assaggiati.
dovro' rimediare prima o poi.
ti chiedo: sono un po' come le fette biscottate?

Virginia ha detto...

Gaia, assolutamente si, lo sono.

Antonietta ha detto...

Hanno un aspetto delizioso!

Günther ha detto...

bravissima come sempre :-))

Genny Gallo ha detto...

orpo ma civa troppo lievito madre!! non ce l'ho, devo rinfrescare tre volte:D mi metto in opera:D

Stefania Zecca ha detto...

ciao Virginia, ma che belle queste foto!

silvia.moglie ha detto...

ecco! quando ho fatto i grissini dolci, con cioccolato e canditi d'arancia, me n'è avanzato un panettino che non ho avuto voglia di tagliare e tirare, l'ho cotto intero ma, una volta tirato fuori dal forno, mi pareva troppo gnucco. ne ho fatto fettine sottilissime e le ho biscottate. ho fatto baicoli e non lo sapevo. ciao Virgi